Avanti in Europa per inerzia, ma adesso occorre un sorteggio favorevole

14.12.2019 12:23 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: L'editoriale di Luca d'Alessandro
Avanti in Europa per inerzia, ma adesso occorre un sorteggio favorevole

Missione compiuta! Con non poche difficoltà, ma alla fine la Roma centra il primo obiettivo temporale della stagione. I giallorossi sono ai sedicesimi di finale grazie al secondo posto nel gruppo J. A vincerlo è İstanbul Başakşehir, squadra che i ragazzi di Fonseca hanno battuto sia all'andata che al ritorno. Basta questo per capire che si poteva staccare il biglietto per la fase a eliminazione diretta vincendo il girone facilmente se tutto fosse andato per il verso giusto, dagli errori di Collum agli errori di Fazio o all'autogol di Florenzi. Una cosa non da poco in proiezione sedicesimi di finale visto che, a meno di sorteggio fortunato, la Roma rischia di affrontare le inglesi Manchester United, Arsenal, i semifinalisti della passata Champions dell'Ajax, la bestia nera Porto o una sorta di derby col Siviglia di Monchi. Ha comunque ragione Fonseca quando dice che con l'atteggiamento visto in campo dai suoi, si può giusto sognare di vincere la competizione. Una squadra che va in vantaggio subito con Perotti, subisce il primo pari, una sorta di monito, trova nuovamente il vantaggio contro una squdra già eliminata, non può e non deve smettere di giocare fino al gol del 2-2. Uno dei pochi a crederci, italianizzato sì, ma non troppo, è proprio il mister che manda un segnale ai suoi, inserendo Pellegrini e Zaniolo, giocando con 9/11 della squadra al momento titolare (mancavano solo Kolarov e Smalling). Alla fine il gol del Basaksehir gela ancora di più uno stadio Olimpico già ghiacciato di suo. Lo spettro dello psicodramma comincia a serpeggiare negli animi degli spettatori, soprattutto quando l'arbitro inglese Pawson concede un minuto extra su punizione dell' Ave Maria del Wolfsberg. La Roma regge e passa, quel che si poteva fare e non è stato fatto non conta più. Da oggi al prossimo 20 febbraio la concentrazione, quella mancata questa sera, andrà messa in Seria A, a partire da domenica prossima contro la SPAL.