Diamo i numeri - Napoli-Roma: giallorossi imbattuti al San Paolo da più di 5 anni, ma mai superato Gattuso

05.07.2020 19:05 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Insidefoto/Image Sport
Diamo i numeri - Napoli-Roma: giallorossi imbattuti al San Paolo da più di 5 anni, ma mai superato Gattuso

Nel match serale della trentesima giornata di Serie A, la Roma è ospite del Napoli allo Stadio San Paolo.

La Roma arriva alla sfida al quinto posto in classifica, con 48 punti  frutto di 43 gol segnati (quinto attacco del campionato) e 49 subiti (ottava difesa); il Napoli è sesto a quota 45, con 46 gol realizzati (ottavo attacco) e 39 incassati (nona difesa).

Il Napoli ha il settimo rendimento interno del campionato, con una media punti di 1,43 che scende addirittura a 1,29 contando solo il periodo in cui Gattuso si è seduto sulla panchina azzurra. Sesto rendimento esterno, invece, per la Roma, che ha una media fuori casa di 1,71.

Sono 145 i precedenti tra le due squadre, con 52 vittorie della Roma, 50 pareggi e 43 successi del Napoli; 72 gli incroci in casa dei partenopei, con 31 vittorie interne, 22 pareggi e 19 successi ospiti. I giallorossi sono imbattuti al San Paolo negli ultimi quattro precedenti, con due vittorie e due pareggi.

Paulo Fonseca ritrova il Napoli dopo la gara di andata e dopo averlo sfidato due stagioni fa in Champions League sulla panchina dello Shakhtar Donetsk, quando ottenne un successo per 2-1 in casa e una sconfitta per 3-0 in trasferta. Il portoghese non ha mai incrociato Gennaro Gattuso, che è imbattuto contro la Roma: 2 vittorie e 1 pareggio il suo score.

Il capocannoniere della sfida è Dries Mertens, a segno già sei volte contro la Roma; dall’altra parte il migliore è Edin Džeko, con 4 gol al Napoli, tutti al San Paolo. Dietro di loro, c’è Jose Maria Callejón con 3, poi Lorenzo Insigne, Arkadiusz Milik e Diego Perotti con 2, infine Nikola Kalinic, Cengiz Ünder, Aleksandar Kolarov, Lorenzo Pellegrini, Bryan Cristante, Jordan Veretout, Nicolò Zaniolo, Armin Younes, Kalidou Koulibaly e Matteo Politano con 1.