Cambio Campo - Vitali: "Mi aspetto una Roma rodata e pronta nonostante le assenze. Il Bologna fa sempre la prestazione, ma con le grandi stanno mancando i risultati"

13.12.2020 10:22 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Cambio Campo - Vitali: "Mi aspetto una Roma rodata e pronta nonostante le assenze. Il Bologna fa sempre la prestazione, ma con le grandi stanno mancando i risultati"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L'ospite di oggi è Massimo Vitali giornalista de il Resto del Carlino, con il quale abbiamo parlato di Bologna-Roma.

Che match sarà tatticamente? Le due squadre come possono mettersi in difficoltà?
"Il punto debole del Bologna è la fase difensiva, la squadra attacca tanto ma si espone tanto dietro. Tomiyasu da difensore centrale sta facendo fatica, pur facendo buone prestazioni nel complesso ha sempre commesso l'errore fatale. Temo molto Dzeko oggi. Però la Roma deve sperare che il Bologna non abbia quel sacro fuoco addosso che spesso gli ha fatto vincere le partite".

Che scelte di formazione farà Mihajlovic?
"Anche con la Roma mancheranno gli esterni, con Sansone e Skov Olsen che non sono stati convocati, quindi giocherà Vignato. Mihajlovic non confermerà la difesa a tre vista, sicuramente farà il 4-2-3-1 come ha fatto capire in conferenza stampa Mihajlovic, che ha detto di aver chiesto scusa alla squadra perché con quel modulo a Milano la squadra non riusciva a giocare. Mancherà anche Schouten, il Bologna torna in piena emergenza".

Quest’anno il Bologna ha sempre perso con le grandi, questo dato può incidere sulla testa dei giocatori?
"i numeri dicono che quest'anno il Bologna non ha fatto nemmeno un punto con le grandi. La forza del Bologna di Mihajlovic, quando l'allenatore serbo arrivò qui nel gennaio 2019, era che le grandi e le piccole venivano trattate allo stesso modo. La squadra se la giocava con tutti, ha mantenuto quest'attitudine, ma sono venuti meno i risultati. Questa squadra gioca a calcio, ma ha dei talloni d'achille che sono il difensore centrale e la punta, interpreti che mancano da anni. Anche oggi credo che il Bologna farà una buona prestazione, ma chiaramente la forza tecnica della Roma è superiore".

Quali sono le ambizioni stagionali del Bologna? Saputo ha parlato di entrare tra le prime 10, può farcela?
"Saputo ha detto che punta ad arrivare tra le prime dieci e fare almeno 52 punti. Mihajlovic però ha chiaramente detto in conferenza di essere d'accordo a metà, perché con i mancati arrivi sul mercato e con le assenze l'obiettivo principale è la salvezza, poi si vedrà. Mihajlovic quindi ha frenato il suo Presidente".

Si aspetta di trovare una Roma in difficoltà tra le defezioni e gli ultimi risultati?
"Le partite ogni tre giorni in era covid cambiano completamente le prestazioni di una squadra da un momento all'altro. La Roma ha bisogno di fare dei punti, ha delle assenze ma mi aspetto una Roma rodata e pronta. La qualità tecnica della rosa della Roma è superiore e va fatta pesare, poi certo ci sono partite che ribaltano i pronostici".