Cambio Campo - Shevchenko: "Lo Zorya proverà a giocare in contropiede, le partite decisive non sono contro la Roma per gli ucraini"

30.09.2021 14:00 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Cambio Campo - Shevchenko: "Lo Zorya proverà a giocare in contropiede, le partite decisive non sono contro la Roma per gli ucraini"
© foto di Lorenzo Consorti

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Sergey Shevchenko, giornalista di Futbol, con il quale abbiamo parlato di Zorya Luhansk-Roma.

Che partita ti aspetti? Come sarà l’atteggiamento delle due squadre?
"Mi aspetto un atteggiamento abbastanza chiuso da parte dello Zory. Certamente si incontrano due squadre di livello diverso, ma lo Zorya ha le esperienze contro le squadre top, per esempio ha battuto Leicester un anno fa".

Come gioca lo Zorya? Quali sono i punti di forza e i punti deboli?
"Lo Zorya di solito riesce a giocare con il baricentro basso e i contropiedi in velocità. L'ultima partita in campionato l'ha vinta 4-0 giocando in quel modo. Ma ci sono anche le debolezze: il portiere ha poca esperienza, i difensori sono abbastanza lenti, nel centrocampo manca il regista".

Quali sono i giocatori dello Zorya più pericolosi?
"Penso che siano Kochergin, centrocampista con un bel tiro, e due attaccanti iraniani: Sayyadmanesh e Shahab. C'è anche un difensore, Vernydub, che gioca qui da molti anni. Lui è il figlio di Yuriy Vernydub, l'allenatore dello Sheriff".

Che clima troverà la Roma in Ucraina?
"Il clima è ovviamente più freddo che in Italia, ma non troppo. Secondo le previsioni oggi ci sarà un bel clima autunnale, con circa 13-15 gradi, mi sembra che non sia un problema per la Roma".

Quanto pesa per lo Zorya il non poter giocare in casa e in generale tutta la delicata situazione che vive ormai da anni l’Ucraina?
"Certamente tutto ciò è un problema grave. Sia Shakhtar che Zorya non hanno possibilità di giocare a casa, ci sono solo due squadre che vivono così nel campionato ucraino. Ma da sette anni Zorya vive a Zaporizzhya, ormai è diventato un'abitudine".

Secondo lei lo Zorya ha qualche possibilità di passare il turno?
"Sarà difficile, perché lo Zorya non si trova bene in Europa quest'anno. Comunque, le partite decisive non saranno contro la Roma".