Cambio Campo - Aresu: "Il Cagliari giocherà in ripartenza contro una Roma che avrà voglia di rivalsa dopo Bergamo. Nandez è un giocatore da big"

23.12.2020 17:45 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Cambio Campo - Aresu: "Il Cagliari giocherà in ripartenza contro una Roma che avrà voglia di rivalsa dopo Bergamo. Nandez è un giocatore da big"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Francesco Aresu, direttore di centotrentuno.com, con il quale abbiamo parlato di Roma-Cagliari.

Che match sarà tatticamente? Il Cagliari giocherà di ripartenza o proverà a fare gioco?
"Vista la pericolosità della Roma credo che il Cagliari giocherà in ripartenza, cercando di sfruttare la velocità degli esterni, da Nandez a Sottil, ma anche Simeone che dovrebbe tornare. A livello tattico il Cagliari farà fare la gara alla Roma per poi colpire in contropiede".

Come giudica il rendimento di Di Francesco? 
"Di Francesco è ancora a metà del guado. Ha iniziato col 4-3-3, poi è passato al 4-2-3-1, prima tanti gol fatti e subiti, ora pochi gol fatti e subiti ma un gioco che sembra involuto. Ci si aspetta di più non tanto a livello di punti, quanto a livello di gioco. Però il campionato è ancora lungo, credo che il miglior Di Francesco si vedrà tra febbraio e marzo".

Quanto peseranno le assenze nel Cagliari?
"Sicuramente il COVID-19 ha richiesto un tributo elevato alla squadra di Di Francesco e continua a farlo. Infortuni e contagi hanno influito tanto finora, Di Francesco ha dovuto giocoforza puntare sui giovani, anche più di quanto si aspettasse di fare. Queste assenze però non devono essere un alibi".

Nandez resta a Cagliari? Come lo vedrebbe alla Roma?
"Sicuramente è un giocatore da big. Il Cagliari e Nandez sono d'accordo, il giocatore sta bene a Cagliari, dove c'è anche una discreta colonia di uruguaiani. Il giocatore non sente la necessità di andare via, certo la sua ambizione non è quella di restare per sempre a Cagliari. Il club è stato chiaro, c'è una clausola di 36 milioni e chi vuole Nandez deve pagarla. Secondo me a gennaio resterà, mentre potrebbe partire a giugno e anche la Roma è tra le squadre che potrebbe guardare a Nandez come un ottimo rinforzo".

Quali sono le ambizioni del Cagliari? Salvezza tranquilla o la squadra potrebbe ambire a qualcosa in più?
"Se si vede la rosa del Cagliari verrebbe da dire che le ambizioni europee possono essere lecite. In realtà Di Francesco è stato scelto con un progetto a medio-lungo termine. Per quest'anno la richiesta della società è una salvezza tranquilla, con la valorizzazione dei giovani e la crescita della squadra. Penso che il Cagliari quest'anno debba puntare a una salvezza senza patemi, cosa che si sta delineando in questo campionato, togliendosi magari qualche soddisfazione con qualche vittoria ai danni delle big, senza però cullare sogni europei. Il campionato dello scorso anno ha insegnato che quando non ci sono le basi per puntare a un obiettivo troppo alto il castello di carta crolla e rischia di fare danni".

Si aspetta il ritorno di Nainggolan a gennaio?
"Mi aspetto un nuovo tentativo del club per riportarlo a Cagliari. Il giocatore è evidentemente fuori dal progetto Inter e ha anche un po' mollato la presa. Lui come i tifosi e lo stesso Di Francesco credevamo a un ritorno a Cagliari già a ottobre. La società ci riproverà, magari l'Inter sarà più morbida rispetto a ottobre, quando non ha concesso sconti al Cagliari, a fronte però di un corposo sconto su Godin. Direi che c'è il 50% di possibilità, sicuramente c'è la volontà di riportarlo a Cagliari, ma bisognerà fare i conti con l'Inter che non vorrà privarsi del giocatore a zero".

Che Roma si aspetta di trovare? Ferita da Bergamo o pronta a ripartire?
"Questa fase di campionato è dura per tutte, tranne magari per squadre con le panchine lunghe come Milan, Juve e Inter. Tutte le altre hanno patito le tante gare in pochi giorni, ma credo che la Roma voglia assolutamente tornare alla vittoria, soprattutto in casa. Mi aspetto quindi una Roma con qualche cambio rispetto a Bergamo ma concentrata sull'obiettivo e il Cagliari dovrà stare molto attento alla voglia di rivalsa della Roma".