Cambio Campo - Adamoli: "Si affrontano due squadre con molti problemi, Shevchenko ha un attacco da inventare"

21.11.2021 17:15 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Cambio Campo - Adamoli: "Si affrontano due squadre con molti problemi, Shevchenko ha un attacco da inventare"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Gessi Adamoli, giornalista de La Repubblica, con il quale abbiamo parlato di Genoa-Roma.

Che partita ti aspetti? Come si affronteranno le due squadre?
"Si affrontano due squadre con molti problemi". 

In che condizioni arriva il Genoa alla partita? Quali saranno le assenze e quanto peseranno?
"Il Genoa ha tanti assenti, ha un attacco da inventare. Shevchenko non ha ancora scelto il modulo perché ancora non ha idea degli uomini da schierare. Credo che giocherà con un 3-5-2, con in attacco Bianchi ed Ekuban, che comunque non è in un periodo brillante, ma non ci sono grandi alternative visto che mancano Caicedo, Destro e Kallon. Poi pesa tantissimo l'assenza di Criscito, che sta facendo molto bene. Al suo posto potrebbe giocare il messicano Vasquez, che deve arrivare dal Messico e non conosce nemmeno il nuovo tecnico".

Come giocherà il Genoa a livello di atteggiamento?
"Mi aspetto una maggiore cura all'aspetto difensivo, perché il problema del Genoa finora ha subìto troppi gol. Inoltre il Genoa ha segnato solo due volte nel primo tempo e solo una volta è passata in vantaggio, a Empoli. Il Genoa quindi ha sempre subìto gli avversari, quindi penso che Shevchenko voglia dargli uno sprint iniziale. Quindi mi aspetto una maggiore attenzione iniziale, anche perché la squadra ha sempre messo carattere e orgoglio, ora serve qualcosa di più come identità tattica".

Cosa si aspetta dì nuovo dal Genoa dell’ucraino? É la scelta giusta Shevchenko?
"Ovviamente solo il campo potrà dirlo, sicuramente dal punto di vista dell'attenzione mediatico è un arrivo importante. Il nome ha portato molto entusiasmo, ora certamente vanno messe in pratica le buone intenzioni, però un ambiente che dovrebbe essere depresso comunque con lui si è ricaricato. Ha inciso anche il fatto che Preziosi finalmente ha mollato e che la società, investendo tanti soldi su Shevchenko, sta dimostrando di voler investire con forza. Certo, per un futuro che si prospetta interessante, c'è un presente molto preoccupante, col Genoa atteso da un calendario molto difficile".

Si aspetta dì trovare una Roma in difficoltà dopo gli ultimi risultati o pronta a ripartire dopo la sosta?
"Questa è una bella domanda. La Roma era partita molto bene, sembrava che Mourinho avesse lasciato il segno, poi si è smarrita strada facendo, anche per troppi infortuni subiti. Mourinho ha già sparato tutte le sue cartucce mediatiche, ora deve dare qualcosa in più sul campo".