Cambio Campo - Oddenino: "La Roma dovrà mettere in campo la grinta per provare a vincere. La Juventus è mentalmente scarica, ma Ronaldo la può trascinare"

12.05.2019 17:30 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista a cura di Simone Valdarchi
Cambio Campo - Oddenino: "La Roma dovrà mettere in campo la grinta per provare a vincere. La Juventus è mentalmente scarica, ma Ronaldo la può trascinare"

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L'ospite di oggi è Gianluca Oddenino, giornalista de La Stampa, con il quale abbiamo parlato di Roma-Juventus.

L'eventuale addio di Allegri alla Juventus darebbe il via ad un valzer di panchine destinato a riguardare anche la Roma. Qual è la situazione tra il tecnico e la società bianconera?
“È una situazione di stallo e i dubbi sulla permanenza dell'allenatore a Torino ci sono, nonostante l'anno di contratto che lo lega ancora alla Juventus. Tutto dipenderà dall'incontro che ci sarà la prossima settimana tra Allegri ed Agnelli. La sensazione è che si vada verso il divorzio, con la società che si è già mossa per un nuovo allenatore ed Allegri che si troverà una nuova squadra”.

Dopo la vittoria dello scudetto, la Juventus è apparsa un po' demotivata in campionato, ma De Sciglio in settimana ha assicurato che contro la Roma le motivazioni non mancheranno. Credi alle parole del difensore o ti aspetti una squadra mentalmente scarica all'Olimpico?
“La Juventus ha dominato il campionato fin dall'inizio, arrivando a Natale con un vantaggio significativo dalle inseguitrici. Questo ha permesso alla squadra di concentrarsi sulla Champions League, obiettivo poi fallito. Fisiologicamente, l'attenzione della Juventus è calata con il passare delle giornate, con le prestazioni condizionate anche da diverse assenze per infortuni. L'unico che appare veramente motivato è Cristiano Ronaldo, competitivo di natura e che vuole raggiungere l'obiettivo di diventare capocannoniere. A Roma proverà a trascinare una squadra che, anche per la vicenda dell'allenatore, sta pensando ad altro in questo periodo”.

Conte ha dichiarato che la Roma non rappresenta ancora un progetto convincente. Lo stadio di proprietà può essere il primo passo per diminuire il gap con i bianconeri?
“Indubbiamente avere un proprio stadio non fa solo aumentare il fascino di una squadra, ma aumenta anche diversi soldi. La Juventus con lo stadio di proprietà ha quasi triplicato gli incassi del botteghino. Questo aiuta poi a costruire una squadra vincente, comprando i giocatori forti e aiutando la società a tenere i migliori. Il processo che ha portato la Juventus a diventare la squadra che domina in Italia è passato anche da acquisti sbagliati e giocatori venduti, in questo però è stato fondamentale individuare uno zoccolo duro, intorno al quale poter costruire i successi”.

La probabile formazione della Juventus?
“Allegri potrebbe scegliere un 4-3-3. Szczesny in porta, Cancelo, Caceres, Chiellini ed Alex Sandro come difensori. A centrocampo dovrebbero esserci Emre Can, Pjanic e uno tra Matuidi e Bentancur. In avanti Cuadrado, Ronaldo e Dybala”.

Alla Roma servono i tre punti per tenere vive le speranze nella rincorsa alla Champions, in che modo la squadra di Ranieri potrà mettere in difficoltà la Juventus?
“Secondo me la Roma dovrà fare una partita molto aggressiva, dimostrando subito di voler vincere la partita. Sarà fondamentale mettere in campo la fame e l'agonismo che, uniti alla qualità dei giocatori della Roma, potranno mettere in difficoltà la squadra di Allegri”.

Si parla dell'interesse da parte della Juventus per Zaniolo, puoi dirci qualcosa in più?
“In questi anni la Juventus ha sempre pescato bene dalla Roma, penso ad esempio a Pjanic, preso ad un prezzo relativamente basso grazie alla clausola rescissoria. La Juventus ha sempre cercato i calciatori giovani italiani, come Bernardeschi e Chiesa, obiettivo per l'estate. Zaniolo piace molto alla società bianconera, come a tutti del resto. La Roma dovrà blindarlo il prima possibile con un nuovo contratto, credo che per il ragazzo sia bene continuare a crescere in serenità e questo è anche nell'interesse della Roma che tra qualche anno potrebbe venderlo con una valutazione molto alta”.