Cambio Campo - Marchini: "La Fiorentina dovrà essere brava a reggere l'urto della Roma. Veretout è un lottatore, De Rossi in viola al momento è solo una suggestione"

26.07.2020 16:00 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
© foto di Federico De Luca
Cambio Campo - Marchini: "La Fiorentina dovrà essere brava a reggere l'urto della Roma. Veretout è un lottatore, De Rossi in viola al momento è solo una suggestione"

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L'ospite di oggi è Giampaolo Marchini, giornalista de La Nazione, con il quale abbiamo parlato di Roma-Fiorentina.

Che partita si aspetta? Tatticamente come possono farsi male le due squadre?
"Credo che sia una partita con un canovaccio già scritto.La Fiorentina dovrà reggere l'urto della Roma, particolarmente aggressiva nel primo tempo, mentre i viola dovranno fare come a Milano con l'Inter, aspettare e provare a colpire in contropiede, magari con un po' più di fortuna rispetto a San Siro".

Si aspettava una Fiorentina più vicina alla zona Europa League?
"Credo che la Fiorentina valga più del posto che occupa. Ha pagato a inizio campionato alcune disavventure, con le difficoltà avute con Montella. Poi è stata una stagione condizionata dal lungo stop, quindi è difficile da valutare. Dopo la pausa comunque la Fiorentina ha trovato la propria identità e gli ultimi risultati confermano il valore della squadra".

Castrovilli rimarrà alla Fiorentina l’anno prossimo?
"Si assolutamente, credo che il futuro di Castrovilli sia a Firenze a lungo, come dimostrano le parole della proprietà. Attorno a lui si vuole costruire una Fiorentina forte e vincente".

De Rossi sulla panchina viola suggestione o possibilità concreta?
"Credo che all'inizio ci sia stata una base di realtà, poi le questioni burocratiche legate al tesserino di allenatore abbiano complicato questa idea che ora resta solo una suggestione".

Che scelte di formazione farà Iachini?
"Credo che alcune scelte saranno obbligate, la squalifica di Catsrovilli impone scelte ben precise a centrocampo. Davanti Cutrone si è guadagnato la maglia da titolare per quello che sta facendo nelle ultime partite, così come Terracciano che credo sarà meritatamente il portiere titolare".

Si aspettava quest’impatto importante di Veretout alla Roma?
"Onestamente si. Veretout è un giocatore che a Firenze si è fatto apprezzare molto e alla Roma sta confermando le sue qualità. Non a caso è sempre tra i migliori in campo, è un lottatore ma con una tecnica interessante e sa leggere la partita in corso, una dote non comune".

Chi toglierebbe alla Roma?
"Toglierei sicuramente Dzeko. Mi piace tantissimo, poi con la Fiorentina si è sempre esaltato".