Cambio Campo - Di Pasquale: "La Lazio concede qualcosa nei primi minuti. Se Ünder è in giornata può mettere in difficoltà Radu"

26.01.2020 15:40 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista a cura di Simone Valdarchi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Cambio Campo - Di Pasquale: "La Lazio concede qualcosa nei primi minuti. Se Ünder è in giornata può mettere in difficoltà Radu"

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista a un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Arianna Di Pasquale, giornalista di laziopress.it, con il quale abbiamo parlato di Roma-Lazio.

Luis Alberto non è partito con i compagni per Napoli in settimana, mentre Correa è entrato a partita in corso, pensi che Inzaghi schiererà entrambi dal primo minuto?
"Credo di sì. Correa è dalla gara del 5 gennaio contro il Brescia che non gioca 90 minuti, quindi in questi venti giorni ha avuto modo di riprendersi bene e di lavorare per tornare in forma. Suppongo scenderanno in campo sia lui che Luis Alberto. Lo spagnolo, alle prese in settimana con un affaticamento muscolare, non sarà al 100%, ma Inzaghi cercherà di toccare il meno possibile la formazione base che ha portato la Lazio a questa scia consecutiva di vittorie".

La Lazio parte da favorita, per gli ultimi risultati, per la classifica e per le tante assenze della Roma: che atteggiamento ti aspetti dalla squadra di Inzaghi? Proverà a fare la partita o aspetterà la Roma?
"Nella stracittadina è difficile parlare di squadra favorita, perché sappiamo bene che in occasione del derby non è mai possibile fare pronostici. C’è una gara nella gara: subentrano emozioni, motivazioni ed episodi che indirizzano la sfida. Entrambe le compagini sono motivate, quindi i valori a gara in corso verranno fuori da tutte e due le parti. Stando a quelle che dovrebbero essere le scelte di mister Inzaghi, con Luis Alberto e Milinković mezzali e molti uomini che attaccano, la Lazio cercherà di fare la partita, mentre dalla Roma mi aspetto un atteggiamento più conservativo. Ad ogni modo, Fonseca è un tecnico intelligente, che ha gestito bene anche il suo primo derby di Roma, quindi cercherà di contrastare i biancocelesti senza chiudersi troppo in difesa. Prevedo una partita equilibrata".

Dopo una serie impressionante di successi, la Lazio è stata fermata dal Napoli in Coppa Italia, questo inciderà dal punto di vista mentale?
"Non penso incida. Magari la Lazio può accusare un po' di stanchezza, perché è sul pezzo da tre mesi, ma è sempre una squadra che ci crede fino all’ultimo e che non si arrende, come a Cagliari per esempio. Tralasciando le parentesi in Europa League ed in Coppa Italia, i biancocelesti in campionato hanno sempre fatto ottime partite e non vogliono di certo fermarsi. La sconfitta maturata al San Paolo non preoccupa vista la prestazione messa in campo dai laziali, che probabilmente meritavano qualcosa in più dal punto di vista del risultato".

Fonseca dovrebbe sistemare la squadra in fase difensiva per cercare di arginare le avanzate di Lazzari, dall'altra parte in cosa la Roma può mettere in difficoltà la difesa biancoceleste?
"Ha tanti modi perché la Lazio lascia spazi soprattutto nei primi minuti. La Lazio ha vinto sempre meritando, ma concedendo. Ünder, se in giornata, può dare fastidio dalle parti di Radu. E Dzeko è, al momento, l’uomo più pericoloso davanti: si è sentita infatti la sua assenza in Coppa Italia contro la Juventus".

Meglio colpire la lazio a difesa schierata o in contropiede?
"Sicuramente in contropiede. La Lazio lascia spazi alle spalle dei propri difensori e a volte concede qualcosa di troppo. In più di una partita i biancocelesti sono andati sotto ad inizio gara, anche contro la Sampdoria, gara vinta senza trovare insidie, nei primi minuti hanno concesso un'occasione a Jankto, che poi in quel caso non si è concretizzata. Ha degli approcci alle sfide non sempre al massimo. La Roma giocherà affidandosi alle ripartenza: a campo aperto è più perforabile la Lazio".

Oltre all'importanza della stracittadina, questa gara potrebbe indirizzare le stagioni delle due squadre sia in positivo che in negativo?
"Indirizza sempre i campionati delle romane, perché è un obiettivo stagionale per entrambe le squadre, inutile negarlo. In questa città conta, conta moltissimo. Dal punto di vista dei punti in classifica, sono importanti per entrambe le compagini, ma molto dipenderà dalle altre squadre in corsa per la Champions. La Lazio al momento ha un ottimo distacco ed una gara da recuperare, quindi potrebbe avere a favore due risultati su tre domani".