Fusco, agente Fifa: "Nilmar alla Roma? Forse a giugno. Diarra guadagna troppo"

01.01.2012 17:37 di Claudio Lollobrigida   vedi letture
Fonte: Calciomercatoweb.it
Fusco, agente Fifa: "Nilmar alla Roma? Forse a giugno. Diarra guadagna troppo"
Vocegiallorossa.it

La redazione di Calciomercatoweb.it ha interpellato l'agente Filippo Fusco, molto attivo in Spagna, riguardo l'interessamento di alcuni club italiani nei confronti dei calciatori della Liga. Vediamo le sue parole.

Su Higuain:
“E' un giocatore straordinario, non mi meraviglio se il Chelsea possa individuare in lui il giocatore ideale per il proprio attacco, certo sarebbe fantastico se arrivasse nel campionato italiano e sicuramente farebbe comodo anche ad una squadra come la Juventus".

Su Lassana Diarra:
"In estate le possibilità di vedere Diarra nel nostro campionato erano più alte rispetto ad ora. Si è parlato di grandi squadre come Roma o Milan, ma il ragazzo recepisce un ingaggio di 4 milioni di euro, cifra che poche squadre possono permettersi di pagare, quindi secondo me quest’anno rimarrà ancora al Real".

Su Albiol, chiuso al Real Madrid da Sergio Ramos:
"La Juve cerca un difensore e si parla di Caceres cosi come di altri giocatori tra cui Raul Albiol, però più che i bianconeri, direi che alcune squadre inglesi e tedesche sono molto interessate a lui, anche se non credo che le ‘merengues’ vorranno privarsi dello spagnolo".

Un parere su Borja Valero:
"Per le sue capacità tecniche Borja Valero potrebbe fare bene nel nostro campionato, anche se è difficile che arrivi in squadre come Juventus, Napoli o Roma, le quali si sono ottimamente rinforzate a centrocampo, e poi il ‘Sottomarino giallo’ è una tra le società spagnole ad avere maggiore stabilità economica, il che gli da la possibilità di non svendere i propri giocatori".

Sull’ipotesi giallorossa per Nilmar:
"Non credo che la Roma abbia possibilità di arrivare a Nilmar a gennaio, perché è vero che l’uscita di Borriello potrebbe portare i giallorossi a cercare un sostituto di alto livello, e Nilmar lo è senz’altro, però il rischio sarebbe quello di creare sovraffollamento nel reparto offensivo, e poi non penso che il Villarreal voglia cedere i propri giocatori in prestito. Se lo venderà probabilmente lo farà a fine stagione".