Di Michele: "Sono tifoso della Roma. Non giocarci è stato un sogno non realizzato"

05.04.2012 16:45 di Gianluca Fiume   vedi letture
Fonte: Salentosport.net
Di Michele: "Sono tifoso della Roma. Non giocarci è stato un sogno non realizzato"
Vocegiallorossa.it
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Le parole di David Di Michele, riportate da salentosport.net, a pochi giorni dalla gara contro la Roma.

"Sono sempre stato un tifoso giallorosso e sognavo di giocare in quella squadra, ci sono andato molto vicino  ma posso dire che è stato un sogno non realizzato. Ma ora gioco nel Lecce e domenica voglio i tre punti con la squadra di Luis Enrique. Siamo pronti a scendere in campo sabato con la Roma, anche ieri abbiamo fatto un ottimo allenamento e il nostro morale è molto alto. Dobbiamo avere la mentalità di giocare la gara contro la formazione romana come se fosse una finale di Coppa del Mondo perché abbiamo a disposizione un solo risultato che è la vittoria. Speriamo di fermare la rincorsa della Roma verso il terzo posto e per quanto riguarda il percorso salvezza noi inseguiamo sia noi stessi che la Fiorentina e in queste ultime otto partite alla fine del campionato dobbiamo scendere in campo sempre con la giusta mentalità e cattiveria perché come ci hanno detto domenica i nostri tifosi alla fine della stagione si può anche retrocedere ma con dignità. Se non ci sarà Totti per loro è una grande perdita giocare senza il capitano che è un vero campione che dà fantasia alla squadra. Sono un gruppo bravo ad attaccare in tanti e poi sicuramente si espongono a numerosi contropiedi; noi dobbiamo sfruttare proprio questo, ma ciò che conterà sarà il gruppo e chi segna avrà fatto bene per il Lecce e non per se stesso. Bisogna essere più cattivi sotto porta e non arrivarci e poi sprecare l'occasione per fare male ai nostri avversari. Cosa ereditare dal Lecce dello scorso anno? Un pizzico di fortuna perché quest'anno ci manca, troviamo sempre portieri che fanno i miracoli contro di noi e io voglio continuare a vedere solo i miracoli che sta facendo Benassi (sorride, ndr). I nostri supporter domenica ci hanno dato un grande segnale e le loro richieste sono più che giuste perché ci hanno detto che loro sono con noi, ma che pretendono il massimo impegno da parte nostra. Io sabato mi aspetto la stessa accoglienza che ci hanno dato fino a questo momento e poi sta a noi portarli dalla nostra parte e scendere sempre in campo con il massimo impegno e determinazione per fare bene e dimostrare loro che vogliamo lottare fino alla fine per l'obiettivo".