Ajax, ten Hag: "La Roma gioca un calcio attraente. Regala qualche gol in più rispetto a ciò che dovrebbe subire. Futuro? Mi piace molto l'Italia". VIDEO!

08.04.2021 08:32 di Valerio Castellani   Vedi letture

Il tecnico degli olandesi, Erik ten Hag, ha presentato la sfida dell'andata dei quarti di finale di Europa League che vedrà opposte il suo Ajax e la Roma.

Sulle condizioni di Stekelenburg.
"Dobbiamo soltanto aspettare e poi vedere come sta prima della partita. Il suo infortunio non è certamente un problema a lungo periodo, ma resta poi da vedere se si riprenderà abbastanza velocemente per giocare domani".

Sulle condizioni di Schuurs.
"Non si allenerà questo pomeriggio. È una questione da risolvere in vista della gara di domani".

Sullo stile di gioco della Roma e l'esperienza contro le italiane.
"La Roma gioca un calcio attraente. Hanno poi dei calciatori che sanno giocare bene un calcio offensivo e creativo. Ma su questo non si sa mai, l'Atalanta al ritorno contro di noi in Champions League ha giocato un calcio all'italiana".

Sulle assenze della Roma e sul momento in campionato.
"Ho appena analizzato la squadra, hanno 25 ottimi giocatori, nonostante tutti gli infortuni hanno così tante opzioni. C'è sempre la possibilità di schierare una buona squadra in campo".

Sui problemi difensivi della Roma.
"Sembra che giochino meno sicuri dietro e regalano qualche gol in più rispetto a quelli che dovrebbero subire in realtà. Ma si tratta di due gare secche, domani non sarà mai facile in campo. Sarà molto importante non subire gol, una rete in trasferta può essere davvero molto preziosa per loro".

ten Hag a Sky

Su Fonseca.
"È un allenatore fantastico, offensivo. Non vuole solamente vincere, ma vuole anche imporsi in un certo modo e questa cosa mi piace molto. Così come mi piace il suo modo di vedere il calcio e la voglia che ha di far divertire il pubblico".

Sul futuro e l'Italia.
"Mi piace molto l'Italia, mi piace la cultura e mi piace la gente. Mi piace questo Paese e amo il modo in cui si vive il calcio. È una nazione splendida".

Sull'esperienza contro le italiane. 
"Quest'anno abbiamo giocato due volte contro l'Atalanta. A Bergamo abbiamo pareggiato 2-2, mentre al ritorno loro hanno giocato un calcio all'italiana. Poi due anni fa abbiamo eliminato la Juventus: firmerei per ottenere lo stesso risultato con la Roma".

Sulle assenze. 
"Stekelenburg è ancora in dubbio, dobbiamo aspettare di capire come sta prima della partita. Non si tratta di un infortunio che lo terrà fuori a lungo, ma non so se potrà recuperare così in fretta per domani. Klaiber è diventato papà, poi Blind e Mazraoui non ci saranno. Ma in ogni caso sono tranquillo e non mi fascerò la testa, abbiamo 16 o 17 giocatori buoni da utilizzare. Abbiamo già vinto anche senza Onana o Haller, lo stesso vale anche per Blind".