Un 2021 sulle montagne russe per Ibanez: dagli errori nel derby a insostituibile di Mou

27.12.2021 19:35 di Emiliano Tomasini   vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini
Un 2021 sulle montagne russe per Ibanez: dagli errori nel derby a insostituibile di Mou
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il 2021 non era iniziato bene per Roger Ibanez e tantomeno per la Roma. Il 15 gennaio scorso, infatti, i giallorossi uscivano sconfitti nel derby con un sonoro 3-0 e con Ibanez protagonista in negativo della partita. Il difensore brasiliano aveva fornito una prova deludente e i primi due gol della Lazio erano nati da due sue incertezze. Dopo quei due errori, il futuro di Ibanez a Roma è sembrato addirittura in dubbio: in molti non credevano più nelle sue potenzialità e si faceva largo l'ipotesi di una sua cessione già nel mercato di gennaio.

Paulo Fonseca però, a discapito delle numerose critiche, ha continuato a credere nelle capacità di Roger, mantenendolo in campo con continuità. Così, lentamente e senza fare troppo rumore, Ibanez si è riconquistato la fiducia dei suoi tifosi: nella difesa a 3 dell'ex tecnico non è più stato messo in discussione e, nonostante il campionato negativo della Roma, ha terminato la stagione in maniera positiva.

Con l'arrivo di José Mourinho, la posizione di Ibanez è nuovamente tornata in bilico. Il tecnico portoghese, infatti, predilige una difesa a 4, con solamente due centrali in campo. Ad inizio stagione, i due titolari sembravano essere Mancini e Smalling, con Ibanez destinato alla panchina. Durante la preparazione estiva, complici le numerose defezioni tra i terzini giallorossi, Ibanez è stato schierato spesso da terzino - sia a destra che a sinistra - mostrando buone doti anche in un ruolo non suo e, soprattutto, tanta voglia di mettersi a disposizione della squadra.

L'inizio di stagione, però, è stato segnato dai numerosi infortuni di Smalling e così per Ibanez si è aperta nuovamente la possibilità di tornare a giocare al centro della difesa con continuità. Nonostante l'importanza dell'inglese per la difesa giallorossa, Roger non ha fatto sentire la sua assenza e ha messo in mostra ottime prestazioni. 

Con il ritorno di Smalling, per Ibanez si è presentata nuovamente la panchina. Ma neanche il tempo di "mettersi seduto comodo" e Mourinho è stato costretto - a causa delle tante assenze - a passare alla difesa a 3. Roger è tornato così in campo e ancora protagonista: con il nuovo modulo la Roma ha trovato una nuova solidità, che l'ha rilanciata in campionato e in Conference League. Così ora, con Mancini e Smalling, Ibanez forma un trio di difesa ottimamente assortito e capace di neutralizzare gli attaccanti avversari.

Arriviamo così a dicembre 2021, a pochi giorni dalla fine dell'anno. Tra le varie statistiche, una incorona Roger Ibanez: tra i calciatori di movimento è il giocatore con più minuti della Roma nell'anno solare (1.620'). Termina con questo piccolo premio il 2021 di Ibanez: tra molti alti e pochi bassi è lui l'imprescindibile della Roma, con buona pace di chi - neanche un anno fa - si augurava una sua cessione.