Roma-Napoli - I duelli del match

02.11.2019 13:05 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roma-Napoli - I duelli del match

Sfida emozionante, sulla carta, quella che si presenta allo stadio Olimpico di Roma alle ore 15, con i giallorossi che ospiteranno il Napoli di Carlo Ancelotti, squalificato per l'occasione e che dovrà sedere in tribuna.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i duelli che decideranno il match!

ÇETIN-MILIK - Da "oggetto misterioso" a "risorsa" nel giro di 6 giorni: dall'esordio assoluto contro il Milan di domenica scorsa, infatti, il difensore turco classe '97 è entrato nella ripresa nel turno infrasettimanale contro l'Udinese e oggi s'appresta a fare coppia con Smalling, "sfruttando" la squalifica di Fazio e le condizioni non perfette di Jesus, recuperato in extremis dal suo fastidio muscolare. Fonseca aveva annunciato che per Çetin ci sarebbe stato spazio nelle prossime partite e, di fronte ai suoi nuovi tifosi, dovrà affrontare lo scatenato Arkadiusz Milik che, una volta ripresosi dai guai fisici di inizio stagione, ha segnato 4 gol nelle ultime 3 partite e sarà motivato al massimo per proseguire la sua personale striscia. 

KOLAROV-CALLEJON - Nonostante il 10 novembre compia 34 anni, il terzino giallorosso è un elemento imprescindibile dell'undici titolare e giocherà anche quest'oggi contro il Napoli. Incontri così equilibrati, infatti, sono talvolta sbloccati attraverso un calcio piazzato e il terzino serbo in questo è uno specialista, con già 4 gol all'attivo in campionato tra rigori e punizioni. Sulla sua corsia ci sarà lo spagnolo José Callejon, meno pericoloso in zona gol nelle ultime due stagioni con Ancelotti, che gli ha arretrato il suo raggio d'azione, ma costante spina nel fianco per gli avversari che difficilmente riescono a contenerlo. Portato in Italia da Benitez, il numero 7 partenopeo ha sempre trovato una maglia da titolare anche con Sarri e lo stesso Ancelotti, sinonimo dell'importanza che ricopre all'interno della squadra campana.

ZANIOLO-HYSAJ - Dopo la sfida di Champions League tra Inter e Borussia Dortmund, Fabio Capello aveva invitato il giovane nerazzurro Sebastiano Esposito "a non seguire l'esempio di Zaniolo". Ebbene, da quel momento il classe '99 ha segnato contro Borussia Mönchengladbach, Milan e Udinese, rispondendo come meglio non poteva sul campo, proprio come fanno i grandi giocatori. Il talento giallorosso duellerà con Elseid Hysaj - tra l'altro accostato proprio ai capitolini come possibile rinforzo - gettato nella mischia da Ancelotti dopo aver recuperato dal suo infortunio subìto contro il Torino il 6 ottobre. Zaniolo, sfruttando l'ottimo periodo che sta vivendo, dovrà cercare di approfittare del terzino albanese che, probabilmente, potrebbe accusare un po' di fatica dopo il forzato stop.