Roma-Chievo Verona - I duelli del match

08.05.2016 10:30 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Yuri Dell'Aquila
Roma-Chievo Verona - I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Ultime speranze per la Roma di Luciano Spalletti per agguantare il secondo posto in classifica, lontano 2 lunghezze dal Napoli, che le consentirebbe l'accesso diretto alla prossima Champions League. Nell'ultima partita casalinga stagionale, i giallorossi affrontano il Chievo Verona guidato da Maran nel lunch match della 37esima giornata di Serie A.

VoceGiallorossa.it, come di consueto, vi offre i duelli che decideranno il match.

SZCZESNY-MEGGIORINI - Probabile ultima apparizione all'Olimpico per il portiere polacco, che con l'arrivo nella prossima stagione di Alisson potrebbe tornare a Londra in via definitiva, nonostante il Ds Sabatini abbia lasciato aperta una porta relativa al proseguimento della sua avventura in giallorosso. Tra qualche ora, l'estremo difensore di proprietà dell'Arsenal difenderà ancora una volta i pali della propria squadra dagli assalti avversari, guidati nell'occasione dall'attaccante classe '85, che in carriera nelle 9 occasioni in cui ha incontrato la Roma ha collezionato 4 pareggi e 5 sconfitte con 0 gol all'attivo.

PJANIC-RIGONI - Torna in campo dopo la squalifica il centrocampista bosniaco, che coadiuvato da Nainggolan e Strootman formerà un centrocampo perfetto per fisico e fantasia; al numero 15 il compito di creare occasioni pericolose per i compagni, con le sue improvvise verticalizzazioni a tagliare il terreno di gioco per la corsa degli esterni. A dare estro alla formazione di Maran sarà invece Nicola Rigoni, autore di un finale di stagione in crescendo, con tutte e 3 le reti stagionali siglate dal mese di marzo in poi.

TOTTI-GAMBERINI - Il capitano giallorosso, alla soglia della 600esima presenza, può essere considerato come la vera arma in più a disposizione della Roma, abile in questo finale di stagione a sbrogliare diverse situazioni intricate per la banda di Spalletti: le ultime 5 gare infatti hanno visto, sempre da subentrato nella seconda frazione di gioco, lo zampino del numero 10 sempre presente nei gol giallorossi, o con un gol (Atalanta, Torino, Genoa) o con un assist (Bologna) o con una intuizione che ha dato il via alla rete di un compagno (Napoli). Probabile quindi che in caso di necessità, Totti venga nuovamente gettato nella mischia nell'ultimo quarto di match, approfittando della stanchezza della retroguardia clivense, guidata dal 34enne Gamberini, alla gara numero 42 con la maglia gialloblu.