Roma-Barcellona - I duelli del match

10.04.2018 17:00 di Simone Ducci Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Ducci
Roma-Barcellona - I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo neanche una settimana torna la Champions League per i giallorossi e con essa il Barcellona, che sarà ospite dei capitolini all'Olimpico, forte del 4-1 dell Camp Nou.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it propone i duelli che potrebbero decidere il match.

MANOLAS-SUAREZ – La prima regola del match di questa sera sarà quella di non subire gol e cercare di rimanere in gara fino alla fine. Manolas lo sa e dovrà stare attento non solo a Messi ma anche, e soprattutto, a Luis Suarez. L’attaccante uruguaiano, nonostante abbia segnato un solo gol nella competizione europea (nella scorsa sfida del Camp Nou proprio contro i capitolini), rappresenta un’arma molto pericolosa per la compagine blaugrana: grazie ai suoi movimenti e ai i suoi suggerimenti, l’attaccante ha confezionato ben 4 assist nelle 9 partite di Champions finora disputate. Manolas, dunque, dovrà sfruttare appieno il suo fisico e la sua velocità nel cercare di anticipare i movimenti del temibile numero 9 avversario.

DE ROSSI-INIESTA – Sfortunato con un autogol nell’occasione della prima rete spagnola nel match di andata, Daniele De Rossi tornerà ad affrontare il temibile centrocampo blaugrana. Il capitano giallorosso dovrà tenere d’occhio, fra gli altri, l’estro e la qualità di Iniesta, elemento fondamentale e imprescindibile nell’organizzazione dei ritmi di gioco dell’11 spagnolo (il capitano spagnolo viaggia a una media del 90% di passaggi riusciti nel torneo europeo). De Rossi, inoltre, dovrà cercare di disimpegnarsi anche in fase offensiva, cercando di superare la prima linea di pressing avversaria per riuscire a scatenare la velocità dei compagni sulle corsie esterne, luoghi ideali per far male alla compagine avversaria.

EL SHAARAWY-SEMEDO – Una sfida che si preannuncia interessante per decidere in tutto o in parte le sorti della gara sarà probabilmente quella che si vedrà sulla fascia sinistra giallorossa, lungo la quale El Shaarawy affronterà il terzino destro portoghese blaugrana Semedo. Le accelerazioni e i tagli del Faraone saranno indispensabili per cercare di contenere la verve offensiva dell’ex Benfica, più a suo agio correndo in avanti verso la porta avversaria rispetto al dover ripiegare in contenimento. Proprio in virtù della propensione a offendere dell’avversario, il numero 92, nella fase di non possesso palla, dovrà essere tra i primi a esercitare il pressing sul rapido e tecnico calciatore portoghese.