Rebus a centrocampo

23.01.2019 16:10 di Simone Valdarchi   vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Valdarchi
Rebus a centrocampo
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Dopo essersi ritrovati a Trigoria per effettuare i test Mapei nella giornata di ieri, oggi la Roma è pronta a cominciare la preparazione alla sfida contro l'Atalanta, gara in programma domenica alle 15:00 all'Atleti Azzurri d'Italia. I giallorossi dopo aver scavalcato in classifica la Lazio puntano a superare anche il Milan per prendersi il quarto posto. I rossoneri sono ad un solo punto di distanza e sabato sera ospitano a San Siro il Napoli di Carlo Ancelotti, una sfida tutt'altro che semplice. Anche la trasferta di Bergamo però rappresenta uno scoglio grosso da superare per la corsa alla Champions, basti pensare che i nerazzurri vantano il miglior attacco del campionato, con 44 reti all'attivo (più di 2 a partita) e occupano attualmente la settima posizione, un punto sotto alla Lazio sesta. Di Francesco dovrà adoperare qualche accorgimento tattico, perché una Roma spensierata come quella vista contro il Torino rischierebbe di andare incontro a grossi guai difensivi.

LA SOLUZIONE – Uno degli accorgimenti accennati prima potrebbe essere quello di spostare Florenzi alto a destra, con Santon terzino. L'ex interista è in vantaggio su Karsdorp che riposerà, seguendo questo ragionamento del mister: “Quando si rientra dagli infortuni lunghi il problema è la terza partita”. Il vice-capitano in attacco dunque, una via già percorsa da Di Francesco nel derby e nella trasferta di Mosca, gare che hanno portato entrambe ai tre punti. Così facendo i giallorossi si assicurano un uomo in più in fase di copertura, evitando quei contropiedi da “suicidio” (così li ha definiti il mister) presi contro il Toro. Oltre ad un maggiore equilibrio tattico, tale scelta avvierebbe alla panchina uno tra El Shaarawy e Kluivert che, visti gli infortuni di Ünder e Perotti, sono gli unici due attaccanti esterni puri della rosa romanista. Questo permette di avere a disposizione una sostituzione da spendere per l'attacco e l'eventualità che il match non si sblocchi non è da escludere.

IL CENTROCAMPO – Archiviato il discorso legato all'equilibrio di squadra, c'è da capire chi schiererà a centrocampo il tecnico abruzzese. Sulla mediana, dopo l'infortunio al quarto dito del piede sinistro, rientra Nzonzi. Il francese quando è in salute gioca sempre, solo a Bologna fu messo in panchina per scelta tecnica. Per stabilire chi giocherà al suo fianco, dovremmo aspettare di conoscere l'esito del ballottaggio tra Cristante e Zaniolo. Se dovesse giocare il numero 22, sarà Lorenzo Pellegrini ad abbassarsi ancora una volta, giocando così la terza gara in quella posizione. In caso contrario, sarà l'ex atalantino a completare la cerniera insieme al campione del mondo, con il numero 7 avanzato a trequartista. Questa libertà di scelta è possibile grazie alle grandi qualità di Pellegrini. “Lorenzo ha una duttilità unica, siamo felici di averlo”, parola di Eusebio Di Francesco.

Prossima partita: Atalanta-Roma, domenica 27 gennaio ore 15:00

Probabile formazione (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi, Lo. Pellegrini; Florenzi, Zaniolo, El Shaarawy; Dzeko. ​​​​
Ballottaggi: Santon/Karsdorp, Cristante/Zaniolo, Kluivert/El Shaarawy, Dzeko/Schick.
In dubbio: De Rossi
Indisponibili: Juan Jesus, Perotti, Ünder.
Squalificati: -