Pjanic-Pirlo, due specialisti per uno Scudetto

01.12.2014 13:20 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Luca d'Alessandro
Pjanic-Pirlo, due specialisti per uno Scudetto
© foto di www.imagephotoagency.it

Tecnica sopraffina, visione di gioco, assist al bacio e specialisti dei calci piazzati. Sono queste le caratteristiche migliori dei due calciatori che hanno deciso la corsa allo Scudetto della domenica calcistica: Pjanic e Pirlo. A decidere il Derby della Mole al minuto 93’, con la Juventus in 10 e il Torino che si era fatto ingolosire dall’occasione è stato proprio un tiro dalla distanza di Pirlo. Gol pesantissimo che aveva portato la Juventus a +6 dalla Roma, alla vigilia di un match delicato come quello che attendeva Garcia e i suoi. Dopo la mazzata psicologica della settimana di Champions League, un altro gol segnato negli ultimi secondi a disposizione si era messo tra la Roma e i suoi sogni di gloria. Contro la banda Mancini infatti, le aspettative della vigilia si sono manifestate in campo: doppio vantaggio recuperato da Ranocchia prima e da Osvaldo poi, ex dal dente avvelenato. A complicare le cose una fitta pioggia che si è abbattuta sul terreno dell’Olimpico. Proprio quando tutto sembra essere compromesso, proprio come nella gara dello Juventus Stadium, che esce fuori un Miralem Pjanic, opaco fino ad allora, con una doppietta di quelle pesanti. Il primo gol, destro in corsa, a rimorchio su assist da terra di Totti, sembra voler dire: “La Roma è ancora qui a -3. Non molliamo”. La seconda rete, è un guanto di sfida che il Giotto giallorosso, lancia a Pirlo, con la specialità della casa (26 le punizioni segnate dal centrocampista italiano in Serie A, 5 in Champions in una classifica guidata dal mentore di Pjanic, Juninho Pernambucano): il calcio di punizione. La settima perla in maglia romanista per il bosniaco. Pirlo chiama, Pjanic risponde. La Juventus tenta lo strappo, la Roma rimane agganciata con grinta e carattere. Due squadre, due specialisti…un solo Scudetto.