Le frecce secondarie dell'arciere giallorosso

18.01.2020 18:30 di Alessandro Pau   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Le frecce secondarie dell'arciere giallorosso

Dopo quasi tre mesi la Roma torna al Ferraris di Genova, stavolta per affrontare i rossoblù del Genoa. Lo farà in un momento molto delicato della stagione: quella di domani sarà infatti la seconda trasferta consecutiva in una tranche di ben 3 gare di fila lontane dall’Olimpico. Al ritorno, poi, sarà attesa dalla Lazio per una stracittadina complicatissima. Insomma la Roma si sta giocando una fetta importante della propria stagione. Nella gara contro la banda di Juric, Paulo Fonseca dovrà fare a meno di ben sei calciatori, ma è quasi impossibile da credere che il 50% di queste siano terzini. Zappacosta, infatti, non ha mai iniziato la sua avventura in giallorosso a causa di un brutto infortunio al ginocchio; Kolarov e Florenzi, al contrario, hanno giocato parecchio (soprattutto il primo) ma entrambi saranno out per squalifica. Ecco che, per forza di cose, il tecnico portoghese dovrà ricorrere alle seconde linee per completare, con Mancini e Smalling, il quartetto difensivo. Difficile, infatti, che possa riproporre il singolare modulo a 3 dietro visto nella vittoriosa gara di Coppa Italia, perché, come affermato da lui stesso, “abbiamo giocato così solo col Parma”.

A sinistra potrebbe partire dal primo momento quel Leonardo Spinazzola che viene da una settimana abbastanza movimentata. Non ha partecipato alla trasferta di Coppa col Parma a causa di una gita di due giorni a Milano: la trattativa che lo avrebbe dovuto portare in nerazzurro in cambio di Matteo Politano, infatti, è saltata proprio all’ultimo, e per questo l’ex Juventus è tornato alla corte di Paulo Fonseca, dichiarando di essere pronto per il Genoa. Per lui potrebbe essere quindi una ghiotta possibilità per riconquistare la fiducia di una società che lo aveva usato come pedina di scambio e, allo stesso tempo, di dimostrare a chi non ha chiuso la trattativa per il suo acquisto che si stava sbagliando sul suo conto.

Dall’altra parte del campo la maglia da titolare potrebbe essere affidata a Davide Santon. Fonseca ha già dimostrato di fidarsi del terzino ex Inter in diverse occasioni, e per questo non è da escludere che in questa situazione di emergenza possa schierarlo dal primo minuto. Santon viene però da un mese di stop: proprio nella trasferta di San Siro con i nerazzurri aveva riportato una lesione al bicipite femorale della coscia destra, che lo ha tenuto fuori fino all’inizio di questa settimana, quando è tornato a lavorare in gruppo, conquistando la prima convocazione nella gara del Tardini.

Se Fonseca non dovesse ritenere Santon fisicamente pronto per giocare 90 minuti, è probabile che possa optare per una staffetta con Bruno Peres. Il brasiliano è tornato a Trigoria in questa sessione di mercato per la fine del prestito al San Paolo. Il mister giallorosso ha voluto vederlo all’opera e testarlo, convocandolo contro la Juventus e facendolo addirittura debuttare nella partita di Coppa Italia, negli ultimi 11 minuti di gioco. Troppo poco il tempo avuto a disposizione per valutare la sua prestazione, ma senza dubbio il brasiliano potrà beneficiare di questa fiducia concessagli da Fonseca per giocare libero mentalmente.

A chiudere il quadro dei possibili terzini da schierare c’è Mert Ҫetin. Il turco, dopo aver giocato tutti i 90 minuti della gara vinta contro la SPAL, datata 15 dicembre, non ha più toccato il campo. In questa sessione di mercato si stanno ancora rincorrendo delle voci su un suo possibile addio. Da valutare, in effetti, la sua posizione, anche in virtù della, almeno momentanea, permanenza di Spinazzola, e delle voci che vedono la società giallorossa interessata all’acquisto di un altro terzino. Inoltre, con Ibanez ormai prossimo all’arrivo, anche nella batteria di difensori centrali sembra esserci sempre meno spazio per lui. Col Genoa, dunque, non parte da favorito per una maglia da titolare, ma si sa: Fonseca, spesso, stupisce, e nessuna opzione è da escludere.

Prossima partita: Genoa-Roma, sabato 18 gennaio ore 18:00
Probabile formazione (4-2-3-1):
Pau Lopez; Santon, Mancini, Smalling, Spinazzola; Cristante, Veretout; Ünder, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.
Ballottaggi: Ҫetin /Santon, Peres/Santon, Cristante/Diawara.
Indisponibili: Zappacosta (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro), Pastore (edema all'anca), Mkhitaryan (lesione al retto femorale della coscia sinistra), Zaniolo (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale). 
In dubbio: -
Squalificati: Kolarov, Florenzi.
Diffidati: Pellegrini.