LA VOCE DEI TIFOSI SPECIALE STADIO - Accessibilità e Servizi. Nome: "Stadio dei Lupi", "Nuovo Colosseo"

11.10.2011 16:00 di Greta Faccani   vedi letture
LA VOCE DEI TIFOSI SPECIALE STADIO - Accessibilità e Servizi. Nome: "Stadio dei Lupi", "Nuovo Colosseo"

La Voce dei Tifosi questa settimana è tutta dedicata allo stadio, obiettivo di tanti fan giallorossi e della nuova dirigenza americana. Nelle scorse settimane, Thomas DiBenedetto, il nuovo presidente della Roma, si è impegnato in prima persona assieme ad un nutrito staff che ne sostiene le scelte, partecipando ad una serie di incontri avuti con il Presidente del Coni, con il sindaco Alemanno e con Rocco Crimi, che a Palazzo Chigi detiene la delega allo sport. 

I tifosi non hanno dubbi: efficienza, visibilità ed intrattenimento sono i punti cardine su cui costruire il nuovo impianto sportivo. Non deve mancare, però, l'accessibilità garantita ai tifosi diversamente abili e qualcuno prova a proporre qualche nome per il nuovo stadio... Buona lettura!

In relazione alla nuova casa della Roma, oltre alla naturale predisposizione che dovrebbe avere in zone ben raggiunte, ma che non vada ad inficiare nel già precario status del traffico del raccordo, lo stadio dovrebbe avere qualcosa di impatto, qualcosa di differente dagli altri stadi che unisca il futuro ma anche l'antico, un po' come la nostra città. L'entrata del nuovo stadio della Roma, l'ho sempre pensata con un corridoio dipinto del nostro rosso pompeiano con vessilli, luci calde, che si aprono su una cupola a mo' di museo, dove metterei la storia della nostra squadra: foto, dipinti ed una serie di busti in marmo degli uomini (capitani e presidenti) che hanno fatto la nostra storia, così come per gli imperatori di Roma. Per i tifosi, per i turisti e per i giocatori stessi entrare a far parte della storia, rimanere scolpiti sulla pietra come i vecchi imperatori credo sarebbe un'emozione unica. Questa parte la farei ad ingresso gratuito nei giorni delle partite ed a pagamento con store collegato in stanze adiacenti nei giorni di normale attività. Questa è stata sempre una mia idea, da sempre mi piacerebbe entrare nel nuovo stadio così. EMILIANO C. 

Dev'essere bello, grande, accogliente anche durante la settimana e non solo quando gioca la Roma, SICURO, che metta paura agli avversari, sia in campo che sugli spalti! DAVID R.

La nostra città ha bisogno di uno stadio tutto suo, siamo una forza della natura! Tutto il pianeta invidia la nostra città e il nostro capitano. Forza Roma. LUIGINO D.

Voglio l'Olimpico, no lo stadio nuovo. CESARE P.

Salve, vorrei proporre, con tutto il rispetto di Franco Sensi, il nome del nuovo Stadio, della nostra nuova casa: Stadio dei Lupi. Penso che gli avversari avrebbero paura solo sentendone il nome! Forza Roma! GINLELE

Capienza minimo 80 mila persone. Forma che ricorda il Colosseo. Nome: Campo Testaccio. MICHELE S.

A me basta che sia progettato da Dan Meis! DANIELA L. (clicca qui per vedere l'intervista in inglese all'architetto)

Moderno, funzionale, comodo, facilmente raggiungibile. Ci sono tanti stadi belli in Europa ma la tipologia di impianto che secondo me sarebbe perfetto per il nostro tifo è quello del Borussia Dortmund. Il muro, come aveva detto qualche giorno fa DiBenedetto. Uno stadio che mette paura, una muraglia umana. La capienza non puo essere inferiore ad 80 mila posti. La passione dei romanisti è immensa ed una città di 5 milioni di abitanti non può avere uno stadio da 40-50 mila posti. Quelle cifre sono adatte a piccole piazze come Firenze, Bologna, Torino. La Roma deve avere un impianto tra 80 e 100 mila posti, all'altezza di grandi come Barcellona, Madrid, Manchester. ROBERTO S.

Sono un tifoso che vive a Torino. A mio avviso per fare in modo di avere un muro giallorosso sugli spalti, si dovrebbe fare una linea di magliette low cost, sempre originali, ma fatte in maniera più economica. Da padre e tifoso penso che si potrebbe spendere magari 14,90 euro per una maglia da indossare nello stadio. In questo modo si ucciderebbe il mercato "alternativo non ufficiale" e di sicuro aumenterebbe notevolmente la macchia di colore sugli spalti. In periodi come questo bisogna puntare anche al low cost e sono convinto che ne guadagneremmo tutti. Forza Roma! ALESSANDRO P.

Mi chiamo Bruno e sono dalla nascita un tifoso della Roma! A proposito dello stadio di proprietà, che spero sarà costruito in tempi brevi in modo da consentire ad un vecchio tifoso come me di assistere alle partite, vorrei dire che, sia per motivi personali che per questioni logistiche (a patto che venga realizzata quella tratta di metro "C" che porta il capolinea a Casal Monastero), mi piacerebbe che la scelta dell'area fosse Centrale del latte. Naturalmente, come ho già scritto, tutto è legato all'efficienza dei collegamenti, altrimenti è inutile parlarne. Su una radio romana ho sentito che i tifosi si stanno sbizzarrendo per il nome da dare all'impianto. Senza nulla togliere al grande Franco Sensi, mi sembra riduttivo, nei confronti di altri grandi Presidenti - Viola, Sacerdoti, Marini Dettina, etc - per non parlare dei fondatori, o dell'attuale proprietà che dovrebbe edificarlo, dare il nome del suo predecessore. Per questo, a mio avviso, o ci si rifà ai fondatori o è meglio dare un nome storico, come "Arena di Romolo", "Empire Stadio", "Stadio dei Gladiatori",  "Nuovo Colosseo", "Stadio della Lupa", "S.P.Q.R. Stadium". Ieri, oggi, domani e sempre FORZA ROMA! BRUNO

Io come nome opterei per "Tana della Lupa", sarebbe bello dire "andiamo alla Tana". Lo stadio dovrebbe avere 60-65 mila posti per me, negozi, museo della Roma, zona dedicata ai bambini piccoli (così i genitori potrebbero vedere la partita lasciando il bambino di 1-2 anni in questo luogo con altri bambini), palestre, centro commerciale... Tutti i servizi possibili. Vorrei che fosse a emissioni 0 e che sia sostenibile con l'ambiente. I settori dello stadio devono avere il nome di personaggi storici: tribuna Falcao per esempio, sky box inclusi. Mi piacerebbe un impianto moderno, magari con tetto che si chiude. DAMIANO N.

Sono  una ragazza disabile tifosissima della Magica. Per quanto riguarda il nostro nuovo stadio vi posso dire che lo vorrei privo di barriere architettoniche, in zona Tor Vergata e, perché no, anche con bar ristoranti, negozi... Sarebbe magnifico! Nell'attesa, l'Olimpico dovrebbe essere modificato per accoglierci in modo migliore: cambiare i seggiolini, predisporre delle pedane al posto dei gradoni, ecc. Vi ringrazio per dar Voce ai Tifosi e vi saluto! SEMPRE FORZA ROMA. CLAUDIA Z.