La trasformazione di Rosi, da incognita a protagonista

Dall'inviato allo Stadio Olimpico Gianluca Ricci
21.01.2012 19:57 di Gianluca Ricci   vedi letture
La trasformazione di Rosi, da incognita a protagonista
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Tra i calciatori più in evidenza della ritrovata Roma di Luis Enrique, non si può non citare Aleandro Rosi. Il ventiquattrenne terzino della Garbatella, campione d'Italia nel 2005 con la Primavera di De Rossi senior, sta finalmente riuscendo a ritagliarsi un ruolo importante in giallorosso. Dopo aver girato l'Italia con tappe a Livorno e a Siena, senza peraltro impressionare, il numero 87 romanista sta vivendo un'annata da grande protagonista. Pur frenato da una distorsione ad una caviglia rimediata nel derby d'andata, quando è sceso in campo ha sempre ripagato la fiducia del mister asturiano con prestazioni eccellenti. Nella Capitale Aleandro è tornato più maturo ed esperto, ha atteso che arrivasse il suo momento e adesso che si è guadagnato stabilmente una maglia da titolare i risultati sono visibili. Tecnicamente ha margini di miglioramento, poi quanto a corsa e fisicità nel contrastare gli avversari non ha nulla da invidiare al Cassetti dei giorni migliori. Luis Enrique crede molto nel ragazzo che la Roma strappó da giovanissimo alla concorrenza della Lazio, tanto da averlo preferito sempre a quel Cicinho del quale lo stesso Luisito in estate aveva chiesto la conferma. In sostanza, il ragazzo della Garbatella è cresciuto e mai come adesso ha la possibilità di imporsi con la maglia della sua Roma.