La gara vista dalla curva - Grande festa all'Olimpico per la prima vittoria del girone di ritorno. VIDEO!

20.01.2014 15:13 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
La gara vista dalla curva - Grande festa all'Olimpico per la prima vittoria del girone di ritorno. VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Vincere per continuare a inseguire la Juventus: questo l'imperativo della Roma di Rudi Garcia, che scende in campo con la giusta concentrazione nella prima giornata di ritorno della Serie A e abbatte il Livorno per 3-0, frutto delle reti di Destro, Strootman e Ljajic.

In una cornice di pubblico meno spettacolare rispetto ad altre occasioni, complice l'orario della partita e l'avversario non di primissimo richiamo, è Alessio Romagnoli, infortunato, a recarsi nel settore famiglie per le consuete foto di rito, mentre è affidato a un video che mostra tutti i gol realizzati dai giallorossi nel girone d'andata il compito di scaldare l'ambiente, che dimostra di gradire scandendo con boati di approvazioni le reti siglate contro Lazio e Napoli.

Leggero turnover attuato dal tecnico francese, il quale in virtù della gara contro la Juventus di domani, concede un turno di riposo a Capitan Francesco Totti, al quale viene preferito Destro.

In campo, la mossa di Garcia mostra subito i propri frutti, dal momento che appena una manciata di minuti dopo il fischio d'inizio, è proprio il numero 22 che corregge in rete un tocco sporco di Gervinho per il vantaggio giallorosso. Esplode la Curva Sud, meravigliata dal gol lampo dei propri beniamini, per il tripudio generale, accompagnato dai primi cori di sostegno dell'incontro. I labronici sono ben poca cosa e la Roma, guidata dalle geometrie di Pjanic e dalle giocate di Ljajic, fa impazzire di gioia i propri supporter, andando più volte vicina al raddoppio con sprazzi di gioco elevato, che trovano il proprio compimento al 36' con la conclusione di potenza di Kevin Strootman, abile a risolvere una mischia all'interno dell'area di rigore. Piovono scroscianti, al termine del primo tempo, gli applausi per la squadra capitolina, che delizia e incanta la platea.

La seconda frazione vede la Roma partire subito forte per andare a caccia del gol che chiuderebbe la partita, soprattutto con Adem Ljajic, che ingaggia un match nel match con il portiere degli ospiti Bardi, il quale più volte gli nega la gioia del gol. Garcia odora i tre punti e toglie dal campo Gervinho e Pjanic per Florenzi e Nainggolan, e pochi minuti dopo l'estremo difensore dei toscani deve chinarsi per la terza volta a raccogliere il pallone dal fondo della rete, bucato proprio dal serbo Ljajic, che vince anche la sua personalissima sfida con l'avversario e torna alla rete dopo quattro mesi dall'ultima realizzazione. La partita si chiude praticamenti qui, c'è tempo solo per l'ovazione all'ingresso sul terreno di gioco per Totti e per diversi cori destinati alla Juventus, prossima rivale dei giallorossi nei quarti di finale di Coppa Italia, in una sfida attesa con trepidazione dal popolo giallorosso, desideroso di riscattare il recente 3-0 subito in casa dei bianconeri.