La gara vista dalla curva - Domenica senza patemi per i tifosi giallorossi. VIDEO!

14.01.2014 11:00 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
La gara vista dalla curva - Domenica senza patemi per i tifosi giallorossi. VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Domenica tranquilla per i tifosi della Roma, che vedono la propria squadra annientare con un sonoro 4-0 il Genoa di Gasperini, incapace di porre la minima resistenza alla marea giallorossa, che trova la rete con Florenzi, Totti, Maicon e Benatia.

Prepartita animato da Adem Ljajic, squalificato per il match ed ospite di giornata del settore famiglie, situato nei Distinti Nord dello Stadio Olimpico, all'interno del quale il serbo si è intrattenuto con diversi bambini, firmando autografi e facendosi immortalare insieme a loro. Poco dopo, la trasmissione di un video su Radja Nainggolan, all'esordio in campionato dopo il debutto nella gara contro la Sampdoria di Coppa Italia, ha contribuito a scaldare ancora di più l'ambiente, voglioso di riscattare l'amaro 3-0 incassato in casa della Juventus. Per un giocatore che viene, uno che se ne va, Michael Bradley, ricordato dai tifosi giallorossi con un lungo applauso.

Al momento della lettura delle formazioni solo cori di incoraggiamento per i calciatori di Rudi Garcia, con menzione speciale per il già citato Nainggolan e come di consueto per Capitan Francesco Totti.

In campo, il monologo giallorosso ha inizio dal primo minuto, sospinto dai quasi 40000 dell'Olimpico, ma le occasioni da rete latitano fino al 26', quando da una ribattuta nata in seguito a una punizione calciata da Totti, Alessandro Florenzi si avvita con un gesto atletico meraviglioso dall'interno dell'area di rigore e in rovesciata fulmina Perin. E' il delirio all'interno della Sud, che quasi incredula scandisce a chiare lettere il cognome dell'esterno di Vitinia, per una rete che difficilmente verrà dimenticata. Il gol apre delle voragini all'interno della retroguardia genoana e dopo due occasioni capitate sui piedi di Gervinho e Totti, è proprio il Capitano giallorosso che riceve un assist dell'ivoriano e batte nuovamente l'estremo difensore dei liguri. Sono 231 in Serie A per il numero 10, che non smette di incantare, giornata dopo giornata, i tifosi presenti. Immancabile il coro "Un capitano, c'è solo un capitano", che rende il giusto tributo al centravanti romanista. Un primo tempo divertente ha ancora emozioni da offrire, dal momento che c'è tempo anche per il tris, firmato da Maicon al termine di una ripartenza devastante da calcio d'angolo per gli ospiti, condotta da Dodò e rifinita da Florenzi. Il gol chiude virtualmente il match, con l'orecchio che va a Verona e Cagliari, nella speranza di qualche risultato positivo dagli altri campi.

Il secondo tempo non si discosta per nulla dai primi 45', e al primo affondo della ripresa la Roma passa nuovamente, questa volta con il bomber che non ti aspetti, Mehdi Benatia, che incorna un calcio d'angolo battuto da Totti e trafigge nuovamente Perin, salendo a quota 5 reti in campionato, miglior marcatore stagionale giallorosso con Florenzi. Al 60' episodio decisamente curioso: Gasperini decide di far rifiatare, a partita oramai compromessa, alcuni dei suoi titolari togliendo dal campo Matuzalem, già ammonito, per Cofie; l'ex laziale, che si rese autore di una violenta tacchettata sul volto di Totti nel derby del marzo 2011, al momento dell'uscita dal campo viene beccato dai tifosi giallorossi con alcuni fischi che innescano la reazione del rossoblu, il quale provoca con ampi gesti il pubblico della Sud ad alzare il tono della voce e a continuare la propria opera. Calvarese vede tutto e va ad ammonire per la seconda volta, e quindi espellere, il calciatore tra l'ilarità degli spettatori, i quali per diversi minuti in maniera goliardica continuano a dedicare cori al calciatore brasiliano. L'ultima mezz'ora è pura formalità, da registrare solamente l'esordio assoluto di Tin Jedvaj in Serie A, accolto dal calore del pubblico di casa, che al 90' può gioire per un girone d'andata chiuso a quota 44 punti.