La duttilità di Cristante, il nuovo Florenzi

25.10.2020 22:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
La duttilità di Cristante, il nuovo Florenzi
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Milan-Roma è il big match della quinta giornata, che può indirizzare la stagione per l’una o per l’altra compagine. I rossoneri, infatti, sono alla caccia del risultato utile consecutivo numero 22, restando così l’unica squadra imbattuta nel post lockdown. Al contrario, la formazione di Fonseca, in caso di successo, si porterebbe a -2 dai meneghini aprendo scenari di vertice. Ovviamente, dopo sole 5 giornate è difficile fare pronostici a lungo termine, però è chiaro che uscire da San Siro con i tre punti potrebbe far aumentare la consapevolezza in casa Roma, il cui obiettivo primario resta il ritorno in Champions League.

Con Smalling ancora assente per la distorsione al ginocchio sinistro accusato pochi giorni prima del match contro il Benevento, ma con il recupero-lampo di Mancini dal COVID-19 (ultimi due tamponi negativi), Fonseca può tirare un sospiro di sollievo e riproporre, probabilmente, l’assetto a tre, dove potrebbe trovare spazio Bryan Cristante, oramai una sorta di “nuovo Florenzi” a causa della sua duttilità.

Acquistato nell’estate del 2018, il centrocampista ex Atalanta è stato impiegato come mezzala nel 4-3-3 per poi arretrare leggermente il suo raggio d’azione tra i mediani nel 4-2-3-1. Come se non bastasse, a partire dall’ottavo di finale di Coppa Italia contro il Parma della passata stagione, Cristante è stato “battezzato” anche come difensore nella linea a 3, evolvendosi ulteriormente a livello tattico.

Pur non essendo quel calciatore che ti ruba l’occhio o che fa infiammare le piazze, la qualità principale di Cristante è indubbiamente la sua intelligenza tattica, motivo per il quale è stato utilizzato in diverse zone del campo. Inoltre, non è nemmeno da sottovalutare dal punto di vista dell’impostazione e, in tal senso, l’ultima gara contro gli Young Boys è un esempio concreto, con un paio di lanci millimetrici da metà campo a servire Borja Mayoral e Karsdorp, con quest’ultimo che non agganciando ha sprecato la potenziale chance del vantaggio.

Tuttavia, il limite di Cristante è la sua lentezza nei movimenti, sia dal punto di vista fisico che mentale. Villar, per intenderci, ha ovviamente ampi margini di crescita ma, a dispetto del numero 4, ha già dimostrato di essere più avanti sotto questo aspetto, con una buona di pensiero che gli permette di anticipare un tempo di gioco nel servire i suoi compagni.

Infine, sembra paradossale, ma in tre anni che è ormai nella Capitale, Cristante non è stato impiegato – se non in un paio di sporadiche occasioni – nel ruolo che lo ha consacrato ai tempi dell’Atalanta, ovvero sulla trequarti. Un’altra delle sue caratteristiche, infatti, è quella legata ai tempi di inserimento, che lo hanno portato al record di 12 gol in una singola stagione nell’annata 2016/2017 (coppe comprese) con l’investitura dell’allora DS giallorosso Monchi al momento dell’approdo a Roma: “Abbiamo acquistato il miglior centrocampista del campionato passato”. Se c’è un reparto, però, dove la formazione di Fonseca – salvo infortuni – ha un’elevata abbondanza, è proprio la trequarti: con Pedro, Mkhitaryan, Perez, Pellegrini, Zaniolo e il desaparecido Pastore, è abbastanza scontato che Cristante difficilmente andrà a occupare quella zona del campo. Tuttavia, possiamo mettere la mano sul fuoco su una questione: se servirà anche lì, Cristante risponderà presente.

Prossima partita: Milan-Roma, lunedì 26 ottobre ore 20:45
Probabile formazione (3-4-2-1): Mirante; Mancini, Ibanez, Kumbulla; Santon, Veretout, Pellegrini, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko.
Ballottaggi: Kumbulla/Cristante, Bruno Peres/Santon, Cristante/Pellegrini.
In dubbio: -
Squalificati: -
Diffidati: -
Indisponibili: Pastore (infortunio all'anca sinistra), Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro), Smalling (lieve distorsione ginocchio sinistro), Diawara (COVID-19), Calafiori (COVID-19).