L'avversario - Parma con poco possesso palla e letale in contropiede, ecco dove colpire

16.01.2020 17:05 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
L'avversario - Parma con poco possesso palla e letale in contropiede, ecco dove colpire

Sarà il Parma di Roberto D’Aversa a sfidare la Roma nella gara valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

PUNTI FORTI – I ducali sono settimi in classifica e possono contare su una difesa molto solida, con 25 gol presi, 4 in più della Roma.
La squadra emiliana rimane molto bassa per aspettare gli avversari, andando in aggressione solo nella propria trequarti campo, per poi ripartire in contropiede: è la squadra ad aver segnato più gol in Serie A in ripartenza. Appena riconquista palla, il Parma lancia lungo (è il club con la lunghezza media di passaggio più lunga di tutti) per gli attaccanti e tende ad arrivare in porta con pochi passaggi. Pochi cross, poco possesso palla e tanto gioco in verticale. Nel match vinto in campionato contro la Roma, gli emiliani lasciarono addirittura oltre il 62% del possesso palla ai capitolini ma fu un possesso spesso sterile, a causa del baricentro molto basso della squadra di D’Aversa e del poco movimento senza palla della Roma.

PUNTI DEBOLI – I calci piazzati sono il punto debole del Parma: finora, gli emiliani hanno fatto solo 2 gol su calcio d’angolo, prendendone parecchi. La Roma è tra i club più forti sui corner e potrebbe essere un’arma in favore della squadra di Fonseca. Contro una squadra così chiusa, bisogna solo far girare il pallone rapidamente e cercare di aggirare la difesa avversari sulle fasce. I giallorossi potrebbero tentare anche l’imbucata centrale, con Hernani non sempre attento a coprire le linee di passaggio.

GIOCATORI CHIAVE – Con Gervinho out, è certamente Kulusevski  il calciatore più pericoloso del Parma: è l’assistman dei ducali, tra i giocatori con più passaggi chiave del campionato. Un giocatore di qualità, bravo nel dribbling, ma anche di quantità, con tanti duelli fisici ingaggiati ogni volta. A centrocampo occhio alla qualità degli inserimenti di Kurtic (che potrebbe non partire titolare) mentre in difesa è salda la posizione di Bruno Alves, che potrebbe rendersi pericoloso anche in zona gol.

La probabile formazione del Parma.
Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Bruno Alves, Iacoponi, Gagliolo; Scozzarella, Hernani, Kucka; Kulusevski, Inglese, Sprocati. All.: D'Aversa.