L'avversario - Milan in cerca dell'ultimo passaggio, occhio a Hernandez

27.10.2019 15:42 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
L'avversario - Milan in cerca dell'ultimo passaggio, occhio a Hernandez

Sarà il Milan di Pioli a sfidare la Roma nel match di questo pomeriggio all’Olimpico, in programma alle 18:00

PUNTI DI FORZA – Il cambio di Pioli dovrebbe ridare ordine a un Milan che deve ritrovare fiducia e gol. Il club rossonero contro il Lecce ha mantenuto il possesso del pallone giocando prevalentemente palla a terra, caratteristica di questa prima parte di stagione, con Suso uomo chiave nonostante il momento poco positivo. L’esterno offensivo rossonero è il calciatore con più passaggi chiave e più dribbling riusciti nella rosa milanese. I compagni lo cercano molto e Suso, dopo aver preso palla, si accentra e cerca lo scambio sul breve o il cambio di gioco per Hernandez. Il terzino francese spinge molto sulla fascia, ha facilità di corsa ed è una spina nel fianco destro delle difese avversarie.

PUNTI DEBOLI – Il Milan prende la maggior parte dei gol nel secondo tempo e i cambi potrebbero quindi risultare decisivi per dare forza e infilare la stanca difesa avversaria.
I rossoneri, come detto, tengono molto il pallone ma faticano a entrare nell’area di rigore. La squadra di Pioli è tra le ultime per passaggi all’interno dell’area di rigore e per passaggi chiave, i passaggi cioè in grado di mandare in porta un compagno. Nonostante i tentativi offensivi siano nella media, sono pochissimi in percentuale i gol realizzati per ogni attacco del Milan. Pioli contro il Lecce ha tenuto inizialmente in panchina Piatek in favore di Leao, più bravo a giocare per la squadra, rapido e tecnico sebbene non sempre preciso palla al piede.
Il Milan inoltre è tra le squadre nel nostro campionato a vincere meno duelli aerei, punto di forza invece della Roma.

GIOCATORI CHIAVE – Di Suso abbiamo già parlato con lo spagnolo che, nonostante il periodo negativo, catalizza ancora il gioco ed è capace di accendere la manovra. Fondamentale anche la capacità realizzativa di Piatek, in calo rispetto allo scorso anno, ma occhio anche a Hernandez che, dopo un inizio in sordina, è pronto per prendersi la fascia e per fare male alle difese avversarie.

La probabile formazione del Milan
Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Biglia, Paquetà; Suso, Leao, Calhanoglu