L'avversario - Atalanta con il miglior attacco, tanto possesso palla e molta intensità. Ecco come colpirla

27.01.2019 11:00 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'avversario - Atalanta con il miglior attacco, tanto possesso palla e molta intensità. Ecco come colpirla

Sarà l’Atalanta di Gian Piero Gasperini la prossima avversaria della Roma in campionato.

PUNTI DI FORZA – L’Atalanta ha il miglior attacco della serie A, grazie ai 44 gol segnati.
I bergamaschi segnano più reti nella ripresa e, soprattutto, cercano di arrivare nell’area avversaria con il possesso palla. Gli orobici sono infatti tra le squadre migliori sotto questo punto di vista e tra le formazioni a compiere più passaggi prima di arrivare in porta.
Il possesso palla dell’Atalanta non è affatto sterile: spesso la palla esce dalla difesa dalla fascia destra e, da Hateboer, passa facilmente a Ilicic che si abbassa moltissimo per ricevere palla. A quel punto l’Atalanta può tornare indietro, e ricominciare, o scaricare su De Roon o Gomez, quest’ultimo l’uomo più bravo a mettere in porta i suoi compagni. El Papu appena ha la linea di passaggio sgombra cerca subito in verticale Zapata, bravo a farsi trovare libero su tutto il fronte offensivo, svariando anche sulla fascia sinistra. Ilicic e Gomez cercano di giocare molto vicino al centravanti della Dea e e sulla sinistra Castagne si inserisce con cattiveria e qualità.
L’Atalanta cerca superiorità nella fase di palleggio anche grazie al sostegno di uno centrali, che sale per dare una soluzione in più al portatore palla. Solitamente è Mancini a sganciarsi: il difensore dell’Atalanta è bravo con i piedi e si inserisce anche molto bene in area. Non è un caso se sia addirittura il quarto marcatore della squadra (con 5 gol), dietro a Zapata, Ilicic e Gomez.
I nerazzurri, nonostante la tendenza ad attaccare con molti uomini, subiscono pochissimi gol i contropiede grazie a un’ottima organizzazione, alla capacità di recuperare subito il pallone e alla disponibilità al sacrificio da parte di tutta la squadra.
La frase “si difende in 11” si può certamente applicare ai ragazzi di Gasperini.

PUNTI DEBOLI – L’Atalanta, come detto, recupera tanti palloni ma ne perde anche parecchi. Questo perché cerca sempre di uscire palla al piede e butta poche volte il pallone in avanti. Se la Roma riuscirà a recuperare palla in questa fase potrà creare molti problemi ai bergamaschi. La squadra di Gasperini subisce, inoltre, qualche gol di troppo sui calci piazzati e i giallorossi potrebbero sfruttare questa debolezza.

GIOCATORI CHIAVE Zapata è, ovviamente, il pericolo numero uno. Bravo di piede, forte di testa, l’attaccante orobico si muove per tutto il fronte offensivo, soprattutto sul centro sinistra, liberando lo spazio per l’inserimento di Ilicic o di un centrocampista e distinguendosi anche come assist man. Sia lui che Ilicic, infatti, hanno lo stesso numero di passaggi chiave, passaggi cioè che mettono in porta un proprio compagno.
Proprio lo sloveno è un altro giocatore da tenere d’occhio. L’azione spesso parte da lui, che si abbassa e sfrutta il suo fisico per proteggere palla e dare qualità con la sua grande tecnica.
Non ci si può scordare nemmeno di Gomez, che non dà punti di riferimento e distribuisce assist come un distributore automatico. È il giocatore, tra l’altro, a effettuare più passaggi all’interno dell’area avversaria.
Da non sottovalutare nemmeno Mancini. Bravissimo nei duelli aerei, si sgancia con personalità e si inserisce con i giusti tempi in area di rigore, trasformandosi da marcatore a centrocampista incursore con una straordinaria naturalezza.

La probabile formazione dell'Atalanta.
Atalanta (3-4-2-1): E. Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, Pasalic, de Roon, Castagne; Ilicic, Gomez; D. Zapata. All.: Gasperini.