L'avversario - Sistema di gioco liquido e occhio all'ampiezza

27.09.2020 18:00 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'avversario - Sistema di gioco liquido e occhio all'ampiezza

Sarà la Juventus di Andrea Pirlo ad affrontare la Roma questa sera alle 20:45.

PUNTI DI FORZA – È ancora presto per giudicare il lavoro di Andrea Pirlo. L’allenatore bianconero, stando alla sua famigerata tesi, ha le idee chiare e qualcosa ha cercato di mostrare nel suo debutto da allenatore contro la Sampdoria. Il sistema di gioco di partenza è il 3-5-2 (o 3-4-2-1, dipende dalla posizione di Ramsey) ma avrà vita dura chi tenterà di imbrigliare la Juve in semplici numeri. In fase difensiva, la squadra torinese si è posizionata con un 4-4-2, con Frabotta sulla linea dei difensori, in modo tale da togliere tutti gli spazi alla Sampdoria.  Con palla persa nella metà campo avversaria, la Juventus cercherà di recuperarla immediatamente e per fare ciò porterà molti giocatori nella trequarti giallorossa. In fase offensiva, infatti, la Juventus schiera una sorta di 3-2-4-1, con i due esterni molto alti. Se Frabotta rimane sulla linea difensiva, diventa una scolastico 4-2-3-1. Cambia poco perché contano i principi di gioco. La Juventus tenta di uscire sempre palla a terra, cercando l’ampiezza con Cuadrado e Frabotta molto alti in modo tale di aprire la difesa avversaria. La difesa romanista dovrà stare molto attenta perché allargarsi troppo rischierebbe di esporre i giallorossi all’attacco della profondità delle due mezzali o della punta. Frequenti, infine, i cambi di gioco, atti sempre a disordinare la difesa avversaria per creare gli spazi per attaccare la profondità.

PUNTI DEBOLI – La Juventus non può avere ovviamente tutti i meccanismi ben rodati, avendo iniziato a lavorare da poco e avendo disputato solo una gara di campionato. La volontà di uscire sempre palla a terra potrebbe esporre i bianconeri al pericolo di perdere palla in posizioni di campo delicate, sempre se la Roma dovesse attuare un buon pressing. Sarà fondamentale il duello sugli esterni, soprattutto tra Spinazzola e Cuadrado, il cui esito potrebbe decidere l’incontro.

GIOCATORI CHIAVE – Ronaldo e Kulusevski li inseriamo d’ufficio. Sarà interessante capire come Pirlo sfrutterà quest’ultimo durante tutta la stagione ma per stasera il suo nome è da cerchiare in rosso. Oltre al già citato Cuadrado, occhio a Ramsey che tra le linee potrebbe dare molto fastidio ai giallorossi.

La probabile formazioni della Juventus
Juventus (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Ramsey, Bentancur, Rabiot, Frabotta; Kulusevski, Ronaldo.