Da Zero a... Dodici - Il 2022 della Roma

02.01.2023 08:11 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Da Zero a... Dodici - Il 2022 della Roma
© foto di Emiliano Tomasini

Con l’avvento del 2023, oltre ai consueti buoni propositi, è lecito riflettere sull’anno appena passato. A tal proposito, Vocegiallorossa.it fornisce ai nostri lettori una versione speciale della rubrica Da Zero a Dieci, per l’occasione trasformata in Da Zero a Dodici per ricordare attraverso i numeri alcuni fatti del 2022.

0 – Le parole rilasciate dai Friedkin alla stampa. A parte alcune dichiarazioni riportate dal sito ufficiale del club in merito a partnership o messaggi social da parte del Friedkin Group, i tifosi non hanno ancora avuto il piacere di sentire la voce di Dan o Ryan. Non che sia una novità dopo oltre due anni dal loro insediamento, con la loro politica piuttosto chiara: niente parole, ma fatti.

1 – Il trofeo conquistato dalla Roma alla prima stagione di José Mourinho. Lo Special One è stato messo sotto contratto per vincere e così è stato, portando a casa la prima edizione della Conference League superando 1-0 il Feyenoord nella finale di Tirana del 25 maggio.

2 – Le stagioni di Abraham alla Roma che hanno vissuto due parti distinte. Nel 2021/2022 l’attaccante inglese ha avuto difficoltà sotto porta fino a dicembre, scatenandosi poi nella seconda parte da gennaio in poi. Con l’inizio del 2022/2023, Abraham sembra stia ripercorrendo le stesse orme: l’auspicio è che possa sbloccarsi definitivamente come già fatto in passato.

3 – Doverosa una menzione per la Roma Femminile di Alessandro Spugna. Le giallorosse sono in corsa per tre trofei, dal momento che sono prime in Serie A, sono ai quarti di finale di Champions League e l’8 gennaio torneranno in campo in Coppa Italia per sfidare il Como e superare la fase a gironi. Le ragazze di Spugna sono ormai una realtà importante del calcio femminile e possono arrivare in fondo in almeno due delle tre competizioni citate. Senza dimenticare, infine, che hanno già portato a casa una Supercoppa Italiana.

4 – I calciatori della Roma convocati per l’inedito Mondiale di novembre/dicembre. Il riferimento è a Zalewski, Vina, Rui Patricio e Dybala, con quest’ultimo che ha contribuito ad alzare al cielo il trofeo per l’Argentina segnando uno dei rigori della finale contro la Francia.

5 – Le sconfitte casalinghe in tutte le competizioni nel 2022 in questo ordine: Roma-Juventus 3-4, Roma-Atalanta 0-1, Roma-Real Betis 1-2, Roma-Napoli 0-1 e Roma-Lazio 0-1. Le avversarie erano tutte di livello, ma il trend è da invertire se si vuole raggiungere la qualificazione in Champions League.

6 – La Roma ha chiuso la stagione 2021/2022 lo scorso maggio alla posizione numero 6, stessa casella visivamente occupata insieme all’Atalanta nella prima parte del 2022/2023. Per la precisione, però, i giallorossi sarebbero settimi a causa dello scontro diretto sfavorevole con gli orobici. La nota positiva è che la classifica per la Champions resta corta, con la Roma a -6 dalla seconda piazza occupata dal Milan.

7 – I milioni spesi dalla Roma nella campagna estiva 2022, che ha visto arrivare tra gli altri calciatori come Matic, Dybala e Wijnaldum. Il messaggio di Tiago Pinto è abbastanza chiaro, cioè cercare di rinforzare la rosa spendendo il meno possibile per i cartellini e restando dentro i paletti del Fair Play Finanziario. In tal senso, l’acquisto di Solbakken è su quest’onda, essendo arrivato a parametro zero.

8 – Il 2022 calcistico della Roma si è concluso con la rete del numero 8 Nemanja Matic, che ha quantomeno evitato la sconfitta casalinga contro il Torino. Curiosamente, il serbo ha giocato tutte e 15 le gare di Serie A, subentrando proprio 8 volte.

9 – C’è da sfatare una sorta di “maledizione del 9” non tanto riferita ai pochi gol dagli attaccanti, quanto al giorno del mese. Il 9 gennaio la Roma ha perso in maniera rocambolesca 3-4 all’Olimpico contro la Juventus e il 9 maggio è uscita sconfitta 2-0 da Firenze. Proseguendo, il 9 ottobre ha battuto il Lecce nell’ultima vittoria casalinga in Serie A assoluta e nel giorno dell’infortunio di Dybala. Infine, il 9 novembre ha pareggiato 1-1 contro il Sassuolo, giorno in cui c’è stata la sfuriata di Mourinho contro Karsdorp (pur senza nominarlo). Nel 2023, per il momento, non sono previste partite nel giorno 9.

10 – Le reti siglate da Nicolò Zaniolo nell’anno solare 2022. A memoria potevano sembrare di meno, ma in realtà l’attaccante è riuscito comunque a dare il suo contributo alla causa soprattutto in Europa. Infatti, se in campionato è andato a segno appena 3 volte, tra Conference ed Europa League nel 2022 ha esultato in ben 7 circostanze, con la rete storica della già citata finale contro il Feyenoord.

11 – I minuti giocati da Wijnaldum da quando veste la maglia della Roma. Arrivato in estate come il pezzo grosso del centrocampo, l’olandese ha subìto la frattura della tibia destra che, di fatto, lo ha tenuto fuori per il resto dell’anno. Le sue condizioni sono in miglioramento: Mourinho e i tifosi lo aspettano a braccia aperte.

12 - Concludiamo il pezzo menzionando i tifosi della Roma, il vero 12° uomo in campo. Nonostante l’andamento altalenante della formazione di Mourinho, i supporters non hanno mai fatto mancare il loro sostegno come testimoniato dai sold-out all’Olimpico, oramai una formalità.