Gennaio altalenante: Fonseca a metà tra i picchi di Garcia e Spalletti e i disastri di Zeman e Di Francesco

28.01.2020 16:50 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gennaio altalenante: Fonseca a metà tra i picchi di Garcia e Spalletti e i disastri di Zeman e Di Francesco

Il pareggio nel derby contro la Lazio, nonostante una prestazione tra le migliori con Fonseca in panchina, ha lasciato tanto rammarico nella compagine capitolina, che non ha potuto avvicinare gli acerrimi rivali – avanti di 7 punti e a soli 5 lunghezze dalla Juventus, con una gara ancora da recuperare – mentre ha distanziato di un solo punto l’Atalanta, reduce dal roboante 0-7 in casa del Torino.

Al momento, i primi tre posti sono già assegnati, pertanto la Roma dovrà vedersela con i “ragazzi terribili” di Gasperini per conquistare l’accesso alla Champions League 2020/2021. Con l’inizio del 2020, tuttavia, gli uomini di Fonseca hanno avuto un rendimento in calo, con la conquista di 4 punti in 4 gare. Ogni partita, ovviamente, va analizzata a parte. Con il Torino i capitolini non sono stati brillanti, venendo poi puniti forse eccessivamente dalla doppietta di Belotti. Con la Juventus, invece, dopo un disastroso inizio (2-0 dopo circa 10’) la Roma ha saputo reagire fermandosi però al rigore di Perotti, con la delusione per non aver conquistato un pareggio tutto sommato meritato. Con il Genoa il risultato è stato ineccepibile per quanto visto in campo, al contrario della recente stracittadina: se all’andata avrebbe meritato la Lazio, non c’è dubbio che domenica la Roma sarebbe dovuta uscire dall’Olimpico con tutta la posta in palio.

Analizzando i numeri della Roma “americana”, comunque, si evince un cammino piuttosto altalenante nel mese di gennaio: si passa dai picchi Spalletti, Garcia e, a sorpresa, Luis Enrique, ai disastri di Zeman e Di Francesco, con Fonseca che si colloca a metà con risultati tutt’altro che entusiasmanti.

Ecco nel dettaglio questa speciale classifica:

2011/2012 (Luis Enrique)

Roma-Chievo 2-0
Catania-Roma 1-1*
Roma-Cesena 5-1
Roma-Bologna 1-1

*match disputatosi a dicembre e sospeso per pioggia, ripreso a giocarsi nel mese di gennaio

Totale: 8 punti

2012/2013 (Zeman)

Napoli-Roma 4-1
Catania-Roma 1-0
Roma-Inter 1-1
Bologna-Roma 3-3

Totale: 2 punti

2013/2014 (Garcia)

Juventus-Roma 3-0
Roma-Genoa 4-0
Roma-Livorno 3-0
Hellas Verona-Roma 1-3

Totale: 9 punti

2014/2015 (Garcia)

Udinese-Roma 0-1
Roma-Lazio 2-2
Palermo-Roma 1-1
Fiorentina-Roma 1-1
Roma-Empoli 1-1

Totale: 7 punti

2015/2016 (Garcia fino al Milan, poi Spalletti)

Chievo-Roma 3-3
Roma-Milan 1-1
Roma-Hellas Verona 1-1
Juventus-Roma 1-0
Roma-Frosinone 3-1

Totale: 6 punti

2016/2017 (Spalletti)

Genoa-Roma 0-1
Udinese-Roma 0-1
Roma-Cagliari 1-0
Sampdoria-Roma 3-2

Totale: 9 punti

2017/2018 (Di Francesco)

Roma-Atalanta 1-2
Inter-Roma 1-1
Sampdoria-Roma 1-1*
Roma-Sampdoria 0-1

*recupero della terza giornata di campionato disputatosi nel mese di gennaio

Totale: 2 punti

2018/2019* (Di Francesco)

Roma-Torino 3-2
Atalanta-Roma 3-3

*disputate solamente due gare di campionato a causa della pausa invernale iniziata a fine dicembre, con un weekend di gennaio dedicato interamente agli ottavi di Coppa Italia sul modello della Premier League.

Totale: 4 punti

2019/2020 (Fonseca)

Roma-Torino 0-2
Roma-Juventus 1-2
Genoa-Roma 1-3
Roma-Lazio 1-1

Totale: 4 punti

Prossima partita: Sassuolo-Roma, sabato 1° febbraio ore 20:45
Probabile formazione (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Veretout; Ünder, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.
Ballottaggi: Florenzi/Spinazzola, Kolarov/Santon, Kluivert/Perotti.
In dubbio: -
Indisponibili: Zappacosta (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro), Mkhitaryan (lesione al retto femorale della coscia sinistra), Zaniolo (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale), Diawara (trauma distorsivo al ginocchio sinistro).
Squalificati: -
Diffidati: Veretout, Pellegrini, Dzeko.