Eldor, è ora di far ripartire lo Sho(w)

12.01.2022 22:50 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Eldor, è ora di far ripartire lo Sho(w)
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

Cosa succede a Eldor Shomurodov? La stagione dell'uzbeko finora sta procedendo con un andamento molto altalenante. Arrivato con un pizzico di scetticismo, in estate ha subito dimostrato di poter essere importante, giocando un ottimo precampionato e approcciando bene la stagione. L'arrivo di Abraham lo ha relegato al ruolo di riserva, ma lui si è, in prima battuta, fatto sempre trovare pronto, sia come prima punta in alternativa all'inglese, che negli altri ruoli d'attacco, come esterno o sottopunta. Poi, progressivamente l'uzbeko è sparito dai radar, complice anche la promozione in prima squadra di Felix Afena-Gyan, che ha scalato le gerarchie diventando, di fatto, la prima alternativa in attacco. 

Poco prima della fine del 2021, nell'ultima partita dell'anno, contro la Sampdoria, è finalmente arrivato lo squillo dell'uzbeko, che entrando dalla panchina nel secondo tempo si è mostrato molto vivo e presente, trovando anche il gol che ha sbloccato il risultato, prima del beffardo pareggio di Gabbiadini, con un'azione che ha messo in mostra tutta la sua voglia e il suo carattere. Insomma, il match contro i doriani sembrava aver restituito alla Roma un buon Shomurodov, ma contro la Juventus sono tornate le montagne russe e una prestazione che gli è valsa addirittura un richiamo in pubblico da Mourinho.

ATTEGGIAMENTO SBAGLIATO -  "Felix ha fatto una partita straordinaria, soprattutto per un ragazzo, ha finito il match con uno sprint con Cuadrado per difendere. Lo cambio e il giocatore che entra al primo minuto sbaglia".  "Felix era stanco e in difficoltà, abbiamo fatto un cambio e il giocatore fresco che è entrato ha perso Cuadrado sul 3-3. Non c’è bisogno di talento, ma di concentrazione e fare le cose più basiche, era facile controllare la profondità di Cuadrado". "Abbiamo fatto un errore inaccettabile per il 3-2, Felix ha controllato bene Cuadrado e quando è uscito abbiamo subito sbagliato". Così, in rapida successione, Mourinho ha commentato nel postpartita di Roma-Juventus l'approccio alla gara di Shomurodov ai microfoni di Dazn, in conferenza stampa e ai canali tematici del club. Insomma, una bocciatura molto evidente, e che fa parecchio chiasso considerando l'insistenza con cui Mourinho ha voluto esprimere il concetto.

Se compariamo l'ingresso in campo con la Juventus e quello con la Sampdoria, non sembra che a entrare in campo sia stato lo stesso giocatore. Eppure si tratta sempre di Shomurodov. Evidentemente è un problema di testa se, con la squadra in difficoltà entri e fai bene, mentre con la squadra in controllo entri e commetti un errore di leggerezza. È una questione di atteggiamento ed è probabilmente per questo che Mourinho ha sottolineato l'errore, perché non si tratta di uno sbaglio tecnico, che può starci, ma di mancata applicazione mentale, il che è ben più grave.

THE SHO(W) MUST GO ON - Lo show deve andare avanti, o meglio deve riprendere. Shomurodov al momento è un giocatore in bilico tra i titolari di Mourinho e quelle seconde linee che mou ha più volte bocciato. Il portoghese apprezza le qualità dell'uzbeko, lo ha sottolineato e dimostrato più volte, ma l'ex Genoa non ha sempre ripagato il mister con le prestazioni. Lo Shomurodov visto contro la Sampdoria può essere un giocatore importante per la Roma, quello che è entrato in campo con la Juventus no.

Per la Roma è importante che Eldor faccia ripartire il proprio show personale, torni quel giocatore di inizio stagione e mostri quella convinzione che ha messo nell'ingresso in campo con la Sampdoria. Il modulo con le due punte, tra l'altro, gli può essere più congeniale e fargli trovare più spazio. L'uzbeko però deve ritrovare il giusto atteggiamento e tornare a far parte di quel gruppo di titolari su cui Mourinho fa affidamento.

Prossima partita: Roma-Cagliari, domenica 16 gennaio ore 18:00
Probabile formazione (4-2-3-1): Rui Patricio; Maitland-Niles, Mancini, Kumbulla, Vina; Oliveira, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham.
Ballottaggi: -
In dubbio: Karsdorp, Smalling.
Diffidati: - 
Squalificati: Cristante, Ibanez.
Indisponibili: Spinazzola (rottura del tendine d’Achille sinistro), Diawara (Coppa d'Africa), Darboe (Coppa d'Africa).