Dopo scudetti e coppe, Spalletti e Mancini si contendono il terzo posto

17.03.2016 22:45 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Dopo scudetti e coppe, Spalletti e Mancini si contendono il terzo posto
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

La sfida di sabato sera tra Roma e Inter rischia di essere un crocevia importante per entrambe le compagini: in caso di vittoria giallorossa, i nerazzurri sarebbero spediti a -8, con la Roma che metterebbe nuovamente pressione al Napoli secondo; al contrario, qualora l'Inter ottenesse l'intera posta in palio, tornerebbe a minacciare il terzo posto occupato dalla Roma a quota 59 punti, con la Beneamata attualmente a 54.

Dopo quasi 8 anni dall'ultimo incontro disputato nella finale di Coppa Italia il 24 maggio 2008 (2-1 per i capitolini, ultimo trofeo ufficiale), Luciano Spalletti e Roberto Mancini tornano a sfidarsi da allenatori di Roma e Inter. Dal 2005 al 2008, i due hanno avuto modo di guidare quelle che al tempo erano le migliori squadre del campionato di Serie A, capaci di darsi battaglia sino all'ultima giornata per lo scudetto (eccetto l'annata 2005/2006, la cui classifica fu stravolta dalla vicenda Calciopoli) e di contendersi anche Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Lo scontro vede vincitore Roberto Mancini, capace di superare il suo collega in questo lasso di tempo per 5 trofei a 3 (3 scudetti, 1 Coppa Italia e 1 Supercoppa Italiana per Mancini; 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa Italiana per Spalletti).

Gli incontri disputati all'Olimpico tra i due tecnici sono stati, come spesso avviene tra queste due squadre, spettacolari. Nel 2005/2006, il match di campionato terminò 1-1, con l'Inter capace di arrestare le trionfali undici vittorie consecutive conseguite una settimana prima dalla Roma nel derby contro la Lazio. Nella finale di Coppa Italia, che ancora si disputava con il doppio confronto, altro 1-1 tra le due compagini (3-1 per l'Inter nel ritorno e trofeo ai nerazzurri). Nella stagione 2006/2007, la Roma cade in campionato a causa di un gol di Crespo, ma in Coppa Italia s'impone con un tennistico ed entusiasmante 6-2, rendendo vana la vittoria per 2-1 nel ritorno della competizione, con la Roma che, a Milano, alza al cielo il trofeo. Infine, nel 2007/2008, l'Inter replica la vittoria ottenuta un anno all'Olimpico, questa volta però annientando i giallorossi per 4-1 che, a dispetto del passivo, chiuderanno il campionato a soli tre punti dalla Beneamata, battuta però nella finale secca di Coppa Italia per 2-1 come citato in precedenza.

Questa volta, il contesto della sfida sarà diverso: in palio non ci sarà un trofeo come spesso avvenuto in passato, ma un piazzamento – il terzo – che garantirebbe l'accesso al preliminare per la prossima Champions League, una competizione che dal 2005 al 2008 è stata la “casa” di Roma e Inter, sempre classificate nelle prime due d'Italia.