Da Batistuta a Dybala: tutti gli argentini nella Roma dal 2000

25.07.2022 23:40 di Andrea Gonini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Andrea Gonini
Da Batistuta a Dybala: tutti gli argentini nella Roma dal 2000
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

L’argentino Arturo Chini Luduena è stato il primo giocatore straniero in assoluto a vestire giallorosso, totalizzando 156 presenze dal 1927 al 1934. Da lì in poi sono stati 39 gli argentini a vestire la maglia della Roma, l’ultimo proprio Paulo Dybala.
Molti dei calciatori provenienti dalla terra albiceleste sono rimasti nei cuori dei romanisti, altri, invece, sono finiti direttamente nel dimenticatoio. Il loro comune denominatore è la Garra Charrua, caratteristica che li ha contraddistinti nel corso della loro storia.
Dal 2000 in poi, ecco l’elenco di tutti i giocatori dell’Argentina che hanno vestito in giallorosso:

GABRIEL OMAR BATISTUTA - Battezzato come il Re Leone, è stato l’acquisto più oneroso della famiglia Sensi. Nella sua prima stagione ha segnato 20 reti in 28 gare in campionato, trascinando il club giallorosso verso il terzo scudetto della storia. Nei due anni successivi, complici alcuni problemi fisici, Batistuta non riesce a incidere come precedentemente fatto e il suo trasferimento viene perfezionato all’Inter. Con il club capitolino ha totalizzato 30 reti in 63 partite e con 54 gol è il secondo miglior realizzatore nella storia dell'Albiceleste. Il suo grande senso del gol è rimasto nella memoria di tutti i romanisti. 

ABEL BALBO - Recordman di presenze degli argentini della Roma, nella Capitale dal 1993 al 1998 e dal 2000 al 2002. Nei suoi primi 5 anni Balbo colleziona 146 partite e 78 gol, diventando un vero bomber e Capitano nel 1997-98, stagione in cui realizza 14 reti in 28 partite.

WALTER SAMUEL - Denominato The Wall, incubo per gli attaccanti avversari, sicurezza per i compagni. Nel corso della sua avventura si è rilevato una delle pedine fondamentali dello storico scudetto del 2001. Un punto di riferimento per tutta la retroguardia, leader per natura e dotato di un eccellente senso della posizione. Con la maglia della Roma ha collezionato 122 presenze.

LEANDRO CUFRÈ - Terzino destro con grande spirito di sacrificio, con la Roma può vantare 108 apparizioni e due gol. Uno di questi è arrivato contro il Tromsø, siglando così il gol più a nord della storia giallorossa.

SEBASTIAN CEJAS - Estremo difensore dal 2001 al 2002, colleziona solo due presenze in Coppa Italia. Portiere con il vizio del gol: in Argentina può vantare 10 centri su calcio di rigore.

GUILLERMO BURDISSO - Nel club capitolino dal 2010 al 2011, il suo cognome è noto grazie al successo conseguito dal fratello Nicolas.

NICOLAS BURDISSO - Centrale difensivo carismatico e grintoso, ha collezionato 130 presenze condite da 6 gol. Nicolas è stato uno dei protagonisti della rimonta quasi riuscita nel campionato del 2010.

FERNANDO GAGO - Viene acquistato dal Real Madrid nel 2011. Una sola stagione con il club capitolino. 

PABLO DANIEL OSVALDO - Attaccante argentino naturalizzato italiano. Contestato per i suoi comportamenti dentro e fuori dal campo, ma anche amato dagli stessi tifosi giallorossi per le notevoli acrobazie che era in grado di regalare. Sbarca nella Capitale nel 2011 per poi traferirsi al Southampton nel 2013 e alla Juventus l'anno successivo.

ERIK LAMELA - Provvisto di un’eccellente qualità tecnica, le sue due grandi stagioni alla Roma, caratterizzate da 62 gol e 19 reti, lo hanno portato ad essere acquistato dal Tottenham nel 2013. La continuità è stato un elemento mancante nel corso di tutta la sua carriera.

GABRIEL HEINZE - Denominato El Gringo, eccelleva nel tackle, nell'anticipo e nel colpo di testa. Una sola stagione nella Capitale, l’argentino ha vestito anche le prestigiose maglie del Manchester United, PSG e Real Madrid.

NICOLAS SPOLLI - Approda in giallorosso nel 2015 e colleziona una sola presenza.

LEANDRO PAREDES - Centrocampista munito di una notevole tecnica e senso della posizione. Dal 2014 al 2018 alla Roma, con la parentesi all’Empoli nel 2016, per poi trasferirsi allo Zenit e infine al PSG.

DIEGO PEROTTI - Acquistato dal Genoa nel 2016, diventa subito un elemento imprescindibile per la Roma di Spalletti, totalizza 106 presenze. Faceva del dribbling e dell’agilità le sue armi migliori.

FEDERICO FAZIO - Presenza dopo presenza acquista la fiducia del Mister e dei compagni, tanto da guadagnarsi l’appellativo di Comandante. Le ultime stagioni sono state caratterizzate da infortuni e prestazioni al di sotto delle aspettative.

JONATHAN SILVA - Nel club dal 2018, totalizza due presenze.

JAVIER PASTORE - Tanti infortuni, pochi minuti giocati e uno stipendio troppo pesante per le casse del club. Giocatore dal talento tecnico indiscutibile, El Flaco non è mai riuscito a non far rimpiangere l’addio di Nainggolan ai tifosi romanisti.

PAULO DYBALA - L’ultimo degli arrivati. Con un blitz notturno la Roma si è assicurata La Joya, superando la concorrenza di Napoli e Inter. Giocatore che non ha bisogno di presentazioni, con la maglia della Juventus ha dimostrato tutto il suo valore. Ora sta a lui ripagare tutto l'entusiasmo dimostrato dal popolo giallorosso al momento del suo arrivo.