Atalanta-Roma - I duelli del match

15.02.2020 17:31 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Atalanta-Roma - I duelli del match

All’Atleti Azzurri d’Italia è sfida-Champions: si affrontano l’Atalanta quarta e la Roma quinta, in un match che vale una grossissima fetta di qualificazione alla prossima edizione della coppa più importante.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it offre ai suoi lettori i duelli che potrebbero decidere la partita.

SMALLING-ZAPATA - Un girone fa Chris Smalling ha esordito in Serie A con la maglia della Roma: una buona gara quella giocata contro l’Atalanta allo Stadio Olimpico, macchiata da un duello perso con Duvan Zapata costato il gol dello 0-1. Ma, comunque, la prima di una serie di ottime prestaziona, prima del gravissimo errore di venerdì scorso che ha mandato in vantaggio il Bologna: l’inglese vuole rifarsi proprio contro il colombiano, che ha già segnato tre volte contro la Roma, tutte nelle ultime due stagioni.

BRUNO PERES-GOSENS - Sembrava impensabile solo qualche settimana fa, ma Bruno Peres dovrebbe partire titolare nello scontro diretto per entrare in Champions League. Negli stralci giocati, il brasiliano ha fatto vedere buone cose in fase offensiva con due assist contro Sassuolo e Bologna, ma dover stare attento anche all’equilibrio difensivo sarà un altro paio di maniche. Specie se dal suo lato gioca questo Robin Gosens, probabilmente alla migliore stagione della carriera: 7 gol e 4 assist in 20 presenze in Serie A significa entrare in più di un gol ogni due partite dei suoi.

MANCINI-DE ROON - Viste le difficoltà palesate in fase difensiva nelle ultime uscite, Paulo Fonseca sta pensando di riportare in mediana Gianluca Mancini: con lui in quella posizione si è vista forse la migliore Roma della stagione, così come il miglior Mancini, ancora non calatosi del tutto nelle dinamiche della difesa a quattro e più libero di mettere in campo la sua aggressività partendo dalla mediana. Aggressività che servirà per limitare, tra gli altri, l’azione di Marten de Roon, che contro la Roma ha segnato anche all’andata e che è sempre un pericolo, nonostante sia anche lui uomo di equilibrio dei suoi.