Abraham, dalle ceneri al riscatto: per Mourinho è un valore aggiunto

22.01.2022 23:50 di Andrea Gonini   vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Andrea Gonini
Abraham, dalle ceneri al riscatto: per Mourinho è un valore aggiunto
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

“Tanto di cappello per quello che ha fatto Dzeko qui, ora tocca a me colmare il gap ed è una bella responsabilità”. Queste sono state le prime parole di Tammy Abraham nella conferenza stampa di presentazione appena sbarcato nella Capitale. La cessione di Dzeko all’Inter, improvvisa ed inaspettata, aveva infatti creato diversi punti interrogativi sul mercato della Roma. 
Colmare quel vuoto era il primo obiettivo prefissato dalla società, sostituire un attaccante da 119 gol non è una cosa semplice. Josè Mourinho, a seguito del trasferimento del bosniaco, non ha esitato nella sua volontà di intervenire immediatamente sul mercato, individuando in Abraham il sostituto giusto per la rosa. Il tecnico portoghese lo ha messo da subito al centro del suo progetto e lui lo sto ripagando a suon di gol e prestazioni.
Tuttavia, l’inglese ci ha messo un po’ per ambientarsi nel campionato italiano, ma la pazienza, spesso, ripaga l’attesa. In termini realizzativi ha faticato nella prima parte del campionato: 2 reti nelle prime 11 partite di Serie A. Tra episodi sfortunati, legni colpiti e occasioni non finalizzate i quasi 40 milioni spesi per Abraham cominciavano ad essere criticati.
Ad oggi il numero 9 giallorosso è diventato uno degli elementi imprescindibili per la squadra: 15 gol in 29 partite disputate (senza dimenticare i 7 legni presi in stagione tra pali e traverse), 10 nelle ultime 11 tra campionato e coppe è stata la sua risposta a tutte le critiche ricevute nei suoi confronti e a chi lo cominciava ad etichettarlo come un “caso”. 
 Considerando tutte le competizioni, i numeri dicono anche che nessun altro giocatore inglese ha segnato più di lui, superando giocatori del calibro di Kane, Vardy e Sterling.
Senso della posizione, velocità e forza fisica lo hanno reso un valore aggiunto in questa nuova Roma di Mourinho, fondamentale sarà infatti la sua presenza per cercare di arrivare fino in fondo in tutte le competizioni e, principalmente, cercare di scalare qualche posizione in classifica, che ad oggi non sorride di certo ai giallorossi.
La strada è ancora lunga ma Tammy sembra stare su quella giusta.

Prossima partita: Empoli-Roma, domenica 23 gennaio ore 18:00
Probabile formazione (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Smalling, Vina; Cristante, Oliveira; Zaniolo, Mkhitaryan, Felix; Abraham
Ballottaggi: Cristante/Veretout; Shomurodov/Felix.
In dubbio: -
Diffidati: -
Squalificati: -
Indisponibili: Spinazzola (rottura del tendine d’Achille sinistro), Diawara (Coppa d'Africa), Darboe (Coppa d'Africa), Pellegrini (infiammazione alla cicatrice del quadricipite).