Sconcerti: "Zaniolo una scommessa per la Juventus? Lo sono tutte le entrate". AUDIO!

27.06.2022 17:08 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Sconcerti: "Zaniolo una scommessa per la Juventus? Lo sono tutte le entrate". AUDIO!
Vocegiallorossa.it

TMW Radio, durante Maracanà, è arrivato il momento del giornalista Mario Sconcerti.

Spalletti chiede certezze ad ADL. Il rapporto rimarrà comunque saldo?
"Porterà giocatori, non so se saranno tutti quelli che vorrà. Alla fine si prende quello che si può e non sempre quello che servirebbe, ma è così per tutti. Gli allenatori importanti corrono il rischio di vedersi indebolire le squadre, rischiamo di vedere delle discussioni. Ad oggi non mi preoccuperei".

Milan, Pioli ha detto che il club sa cosa fare sul mercato. Ha aperto un nuovo ciclo?
"Il Milan era arrivato secondo lo scorso anno, è una squadra pronta. Ora ha perso Kessié e Ibrahimovic, ma anche Diaz. È una squadra che deve aggiungere per completarsi. Lo stanno facendo, con in mezzo anche il cambio di proprietà che non ha aiutato. Di sicuro deve comprare giocatori, ma lo sa anche Maldini. Su chi deve orientarsi? Investire sui giovani è un discorso molto incompleto. Il Milan ha puntato su giovani di grande classe, che è diverso. Per me la strada giusta è questa, sapendo mescolare giocatori pronti con giovani di grande prospettiva. Questa è stata la chiave del Milan prima e dovrà esserlo ancora".

Dybala può tornare al top con un tecnico personale. E altri potrebbero seguire questo esempio?
"Probabilmente sì, ma avranno anche dei preparatori già da ora, non solo dopo il Mondiale. Si dovranno amalgamare le varie preparazioni, sarà importante la qualità del preparatore e dello staff medico. Questo sarà un esperimento senza precedenti. Conterà molto la buona preparazione di gruppo".

Quale il valore aggiunto di Di Maria alla Juventus? E Zaniolo è una scommessa?
"Si scommette su tutte le entrate. Si valutano i limiti e i vantaggi per ogni giocatore. È chiaro che Di Maria vorrà andare ai Mondiali e vorrà giocare titolare, questo dovrebbe assicurare un impegno maggiore da parte sua. Io starei più attento alla seconda parte del campionato, nella prima si impegneranno tutti".

Ceferin ha bocciato il campionato italiano su tutta la linea. Che ne pensa?
"La UEFA ha messo una regola di buon senso, ossia che non puoi spendere più del 70% del tuo fatturato. Non mi fido mai però della voglia di democrazia del calcio. Ma lo sport non è democratico, il calcio in particolare".

Chi segnerà i gol di Dybala il prossimo anno alla Juventus?
"Di Maria ne ha fatti e ne fa fare. La Juventus cerca una qualità diversa in alcuni giocatori, una qualità internazionale. Di Maria non è l'acquisto perfetto per tanti fattori, ma saprà come fare per fare gol".

Pogba può tornare quello di un tempo?
"Nereo Rocco mi raccontava che quando si deve scegliere un giocatore si deve vedere l'almanacco. Serve costanza, capacità di segnare e continuità nel farlo. Pogba non ha nessuna di queste caratteristiche negli ultimi due anni. Che sappia giocare non c'è dubbio, ma anche che il suo fisico spesso si fermi. La speranza però c'è".

Inter ora molto squilibrata in avanti sul mercato.
"La necessità è quella di chiudere con 70 milioni di attivo la campagna, vende quelli che ha mercato. Non hanno scelto di vendere Skriniar ma è quello che ha l'acquirente più ricco".