Roma-Lazio: in evidenza Totti e Pizarro. Concesso poco alla Lazio, ottima la prova di Riise

14.03.2011 18:09 di Redazione Vocegiallorossa  articolo letto 2278 volte
Fonte: www.osservatoriocalcioitaliano.it
© foto di Alberto Fornasari
Roma-Lazio: in evidenza Totti e Pizarro. Concesso poco alla Lazio, ottima la prova di Riise

Nel derby firmato Francesco Totti (per il capitano prima doppietta in una stracittadina) la Roma si dimostra attenta, ordinata e ben messa in campo. La squadra guidata da Vincenzo Montella (10 punti in 4 partite di campionato) ha sviluppato una densità di gioco prevalentemente nella zona mediana del campo (47%) a fronte di 459 giocate utile con una percentuale di passaggi riusciti pari al 58.9% che le consente di prevalere nel possesso palla (51.9%) e supremazia territoriale (08':12" contro 07':43" dei biancocelesti). A centrocampo, tra le file giallorosse, in evidenza la coppia Pizarro - De Rossi: il cileno con 43 giocate utili si conferma perno inscindibile del gioco romanista, determinante risulta essere il contributo del centrocampista di Ostia sia in fase di costruzione (31 passaggi riusciti) che di interdizione (18 palloni recuperati). Le trame offensive della Roma si sono articolate principalmente lungo il versante sinistro di attacco (38%): nove sono stati le conclusioni a rete, quattro delle quali indirizzate nello specchio della porta difesa da Muslera. Totti è il giocatore ad aver creato i maggiori pericoli alla retroguardia avversaria: con tre conclusioni a rete il capitano precede Vucinic e lo stesso Pizarro. I giallorossi confezionano una percentuale di pericolosità pari al 45.3%, nettamente superiore rispetto a quella della Lazio che si attesta al 17.4%.

Lo rileva il Report n. 26/2011 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italiano - website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

La fase difensiva romanista ha concesso poco al collettivo biancoceleste, al tiro in sole cinque occasioni (in una circostanza richiedendo l’intervento di Doni) consentendo alla Roma di totalizzare una percentuale di protezione area pari al 68% contro il 41.2% della Lazio. In evidenza il norvegese John Arne Riise apparso preciso in fase di appoggio (32 passaggi riusciti) e attento in fase di contrasto (21 palloni recuperati).

Perfetta parità nei falli commessi (18 per ciascuna formazione) mentre la Lazio colleziona un numero maggiore di calci d’angolo: sette contro i cinque della Roma.