Riise, commozione cerebrale. Il medico: "Alcune settimane per vederlo in campo"

06.09.2010 18:43 di Alfredo Garofalo  articolo letto 4219 volte
© foto di Alberto Fornasari
Riise, commozione cerebrale. Il medico: "Alcune settimane per vederlo in campo"

Dopo la botta rimediata oggi  da John Arne Riise durante l'allenamento con la nazionale norvegese, (leggi la notizia QUI) inizia a farsi luce circa la dinamica in cui è avvenuta, ma soprattutto iniziano a delinearsi le tempistiche di recupero del giocatore giallorosso.

Riise ha subito una commozione cerebrale in seguito ad un contrasto di gioco avvenuto con un suo compagno di squadra, Espen Ruud, durante l'allenamento odierno, riportando un brutto colpo alla testa con conseguente perdita di conoscenza. Il giocatore è stato immediatamente trasportato in ospedale. Anche se le sue condizioni non sono serie, l'ex Liverpool è stato sottoposto ad esami come misura precauzionale e Secondo Sky Sport 24 trascorrerà almeno questa notte in ospedale.

Grande spavento fra i suoi compagni che subito hanno soccorso il calciatore. "C'e stato un lancio lungo ed io e John Arne siamo andati sulla palla - racconta Ruud -. Lui si è alzato di scatto e ha colpito la mia spalla. Quando mi sono girato l'ho visto sdraiato. In un primo momento ho pensato che fosse un colpo da niente, quando ho notato che non si alzava ho capito che era successo qualcosa di serio".
Sui tempi di recupero il medico sociale della Norvegia, Thor Einar Andersen,  è stato chiaro: " E' in ospedale sotto osservazione. Ha subìto una commozione cerebrale pesante. Probabilmente ci vorranno alcune settimane prima di vederlo di nuovo in pista".