Prof. Oliva: "Cassano? Un atleta non dovrebbe avere problemi di trombosi veneree. La scienza necessita di valori precisi e fondati"

31.10.2011 18:55 di Claudio Lollobrigida   vedi letture
Fonte: Radio IES
Prof. Oliva: "Cassano? Un atleta non dovrebbe avere problemi di trombosi veneree. La scienza necessita di valori precisi e fondati"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews

Questo pomeriggio nel corso della trasmissione "A Tutto Campo" sulle frequenze di Radio Ies 99.8 è intervenuto il Professore Enrico Oliva, angiologo e chirugo vascolare, nonché Specializzato in Chirurgia Vascolare presso l'Università di Roma "La Sapienza", per fare luce sul caso Cassano.

Sulla vicenda Cassano: 

"Potrebbe meravigliare se non venissero compresi alcuni fattori: un'atleta non dovrebbe avere problemi di trombosi veneree. Le valutazioni vanno date a seconda dei casi medici: ci sono due elementi che andrebbero considerati e cioè le trombosi giovanili e anomalie congenite vascolari. I problemi trombofisici (patologie congeniche a carico delle coagulazioni del sangue) possono essere causate daforte stress che può scatenare questi fenomeni. Anche una vita salutare puo evitare tali situazioni. Una trombosi celebrale va divisa in due branchie: l'ictus che provoca danni irriversibili e le trombosi, che definiamo TIA, transtoria, che con 48 ore possono essere recuperate. Se fosse un TIA il recupero si effettua in 48 ore. Poi con una Tac e un controllo a distanza di una settimana si può valutare che tipo di danno il cervello ha subito".

Su Gattuso:

"La paralisi del nervo è una cosa neurologica, se fosse una trombosi del nervo ottico sarebbe un' altra storia e un altro caso medico. Su Gattuso non ho elementi sufficenti per valutare. Se il danno fosse neurologico non ci sarebbe nessuna connessione con il caso Cassano".

Sui Casi generici:

"Lascia perplessi tutti questa storia. Ma la medicia è abituata a prenedere in considerazione ogni cosa e ogni caso: se il problema è congenito è un altra cosa e comunque poi bisognerebbe capire Gattuso che tipo di patologia ha avuto. In una rosa di 25 elementi, come quella del MIlan, assistiamo ad una percentuale alta come di casi particolari".

Su Ibrahimovic:

"Il vomito di Ibra è un fenomeno neurovegetativo che può scattare da una crisi ipertensiva o fenomeni similari, come può essere lo stress da gara".

"Alla luce di questi elementi non possiamo aggiungere altro comunque. La scienza necessità di valori precisi e fondati per potersi pronunciare in maniera precisa".