Organico da rinforzare, queste le priorità

19.05.2010 19:15 di Gianluca Ricci   vedi letture
Fonte: Vocegiallorossa.it
Organico da rinforzare, queste le priorità
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Parallelamente a condurre la trattativa con l’Inter per il riscatto di Burdisso, la dirigenza romanista nelle prossime settimane dovrà lavorare anche in un’altra direzione. Quella di reperire qualche valida alternativa ai titolari nei ruoli rimasti un po’ scoperti nella stagione da poco conclusa. Esempio lampante quello dei terzini: Cassetti e Riise, nella fase finale del campionato, hanno pagato a livello fisico e di prestazioni sul campo l’assenza di un vero sostituto. Se a destra Motta non ha certo brillato quanto a continuità, alternando buone gare (vedi la trasferta di Parma) ad altre pessime (a Livorno), a sinistra quella di Tonetto è stata una presenza solo formale. Colpa dei problemi al tendine d’Achille che lo tormentano da un paio d’anni e dai quali sembra non riuscire a riprendersi. Immaginiamo quale diverso esito avrebbe potuto avere la partita con la Sampdoria all’Olimpico con un Riise meno affaticato? Questo è il punto. A Trigoria di soldi da investire sul mercato ce ne sono pochi, non è un mistero. Allora bisognerà ricorrere all’ingegno, a quella forza delle idee spesso esaltata da Ranieri, per cercare di rinforzare la rosa nei limiti del possibile. In tal senso sono stati avviati contatti con Belhadj, terzino del Portsmouth appena retrocesso dalla Premier League, con il Bari per Andrea Masiello e con la Samp per Ziegler. Obiettivi possibili, sebbene Pradé & C. avrebbero l’intenzione di parlare con la Juventus per poter arrivare al prestito di almeno uno dei due tra il destro Caceres (che però è di proprietà del Barcellona) e il mancino De Ceglie. Al centro della difesa sembra molto ben avviata la trattativa con il Rosario Central per Burdisso jr, il ventiduenne Guillermo, attualmente impegnato nei play off promozione con la sua squadra. A giugno l’affare dovrebbe andare in porto. A centrocampo l’ingaggio dello svincolato Simplicio, ormai ex Palermo, dovrebbe completare la scacchiera a meno che l’Inter insista per avere Brighi come contropartita per Burdisso senior. Quanto al portiere sarebbe tutto a posto con Julio Sergio confermato titolare e Lobont dodicesimo, ma la pista Sorrentino è sempre in piedi. Il numero uno in uscita dal Chievo non arriverebbe certo nella Capitale per fare la riserva. Si vedrà. L’attacco è un discorso a parte: improbabile il riscatto di Toni, si parla con insistenza di un’opzione su Adriano. Ma chissà se l’Imperatore avrà finalmente messo la testa a posto. Proprio sulla prima punta andranno concentrati i maggiori sforzi economici della società, perché senza migliorare l’organico – pur senza fare follie – ripetersi sarà dura.