MyROMA a Berlino per la cultura del tifo

17.01.2012 21:13 di Eleonora Ciampichetti   vedi letture
Fonte: myroma.it
MyROMA a Berlino per la cultura del tifo
Vocegiallorossa.it
© foto di Aldomaria Canalini

Il 14 e il 15 gennaio 2012 MyROMA ha partecipato con la presenza del Consigliere Lorenzo Contucci e del Socio Riccardo Bertolin, rappresentante della FSE, al convegno che si è tenuto a Berlino ed organizzato dall’associazione ProFans, alla presenza di molti gruppi di tifosi organizzati tedeschi e con ospiti internazionali provenienti da molte nazioni europee.
Il convegno, perfettamente organizzato, ha riguardato in principal modo le problematiche dei tifosi tedeschi riferite all’atteggiamento repressivo delle istituzioni che sembrano orientate, così come in Italia, verso la soppressione della cultura del tifo.
Il tutto è stato seguito dalla TV nazionale tedesca che nella serata del 14 e nell’orario di maggior richiamo ha mandato in onda uno speciale di 45 minuti con connesso dibattito, ove i giornalisti non hanno mancato di evidenziare le singolari modalità operative di chi è preposto al mantenimento dell’ordine pubblico.
Oltre a ciò, sono stati trattati temi quali la funzione sociale del gioco del calcio e l’inclusione partecipativa di tutte le categorie sociali, con possibilità per il pubblico di intervenire.
Davvero incredibile, oltre alla partecipazione dei giovani tifosi tedeschi, la disciplina con cui è stato seguito il convegno, visto che mai nei due giorni intensi di lavoro si è sentito lo squillo di un qualche telefono cellulare ovvero si è palesato un qualche intervento fuori luogo.
Da segnalare la presenza e gli interventi di diverse persone che coordinano il rapporto tra i club e i tifosi di calcio, figure inconcepibili nel sistema italiano dove la legge vieta qualsiasi tipo di rapporto tra società e tifosi organizzati, ed anche la presenza di rappresentanti della lega calcio tedesca, che hanno fattivamente collaborato alla riuscita del convegno, intervenendo e spiegando il punto di vista istituzionale.
MyROMA ha avuto la possibilità di intervenire sul tema assegnato, vale a dire lo spinoso problema della tessera del tifoso, di cui tifosi e media tedeschi hanno avuto piena conoscenza.
In conclusione, MyROMA intende essere sempre più fattivamente presente in incontri di questo tipo, poiché è fondamentale lo scambio di opinioni ed esperienze con realtà che, pur nate in forma organizzata successivamente allo sviluppo del tifo in Italia, hanno modelli organizzativi ormai indispensabili per poter salvaguardare la cultura del tifo e l’identità dei tifosi dalla sempre più stringente morsa commerciale che in breve renderà il concetto di calcio popolare e partecipato un pallido ricordo.