Milan Channel, Suma: "La sfida contro il CSKA Mosca rischia di essere un fardello per la Roma"

29.11.2014 08:53 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Milan Channel, Suma: "La sfida contro il CSKA Mosca rischia di essere un fardello per la Roma"
Vocegiallorossa.it

Mauro Suma, direttore di Milan Channel, ha parlato della Roma nel corso del suo consueto editoriale per tuttomercatoweb.com. Eccone uno stralcio:

"Il Napoli ci ha messo più di un mese per riprendersi dalla botta di Bilbao. Il club azzurro attendeva la spinta economica giusta dalla qualificazione Champions, ci puntava, ci contava. Anche per dare la giusta ribalta ad alcuni dei suoi big. E invece la mazzata del San Mames è pesata per diverse settimane, in Campionato, sulle gambe e sul morale della squadra di Benitez. Più o meno la stessa situazione è all'ordine del giorno per la Roma. Il club di Sabatini che ha fatto follie non da poco sul mercato, attendeva il conforto della Champions League per il suo bilancio e per lo slancio da dare alla crescita della squadra. E Champions era. Ottavi belli caldi e confezionati, fino a quella palla persa da Strootman. Mancavano 40 secondi. Gol del Cska. E come arrivare in cima ad una dura salita e poi tornare indietro. Il contraccolpo può essere di quelli duri. Anche in casa Roma, a parte qualche sprazzo di Iturbe a inizio stagione, il mercato non ha granchè rinforzato la squadra dell'anno scorso. E la Champions, spietatamente onesta sul momento della Roma, rischia di essere un fardello non da poco anche nel duello con la Juventus. La sensazione generale, da lontano, è che Garcia l'anno scorso fosse più freddo, più razionale, più cecchino. Anche più abbottonato ed essenziale. Quest'anno appare più personaggio, più retorico, più invasivo. Quella sostituzione di Nainggolan con l'ingresso di Strootman, fatalmente freddo nel momento forse più caldo dell'intera stagione giallorossa, sembra confermarlo. Sono Garcia e quindi rischio, posso permettermelo: non vorremmo fosse stato questo lo stato d'animo del tecnico francese nel momento decisivo più decisivo di tutti. La Roma e soprattutto la città di Roma devono gestire e disciplinare certi umori, non bisogna infoiarli. Ci vuole la stessa mano, molto meno emotiva e molto più fredda, del Garcia dell'anno scorso per provare a far rendere al meglio gli ulteriori e costosi sforzi di mercato fatti dalla società nel corso dell'ultima estate di lavoro".