Mihajlovic presenta la propria autobiografia: "Ho detto io a Boskov di far esordire Totti a Brescia". Totti: "C'è sempre stato grande rispetto tra noi"

20.11.2020 19:04 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Mihajlovic presenta la propria autobiografia: "Ho detto io a Boskov di far esordire Totti a Brescia". Totti: "C'è sempre stato grande rispetto tra noi"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Durante la presentazione dell'autobiografia di Sinisa Mihajlovic è intervenuto, tra gli altri, Francesco Totti, definito dal serbo "il miglior numero dieci degli ultimi 20-30 anni". Mihajlovic racconta, a proposito dell'esordio di Totti: "Era un po' che vedevo quel ragazzo e dicevo a Boskov di prendere quel ragazzino e farlo giocare con noi. Gli dicevo che sarebbe stato forte. Boskov l'ha portato a Brescia, a dieci minuti dalla fine ho detto al mister di farlo entrare e così Totti ha esordito".

Gli ospiti si sono alternati nelle risposte.

A Totti: "Chi menava più nei derby tra Stankovic e Mihajlovic?"
"È una bella lotta. Tra noi c'è sempre stato rispetto, sia in campo che fuori. Mihajlovic menava Montella, ci provava Nesta ma non ci riusciva".

A Stankovic: "Non hai mai vinto un derby".
"No, purtroppo no, ma la cosa bella è che quello che succedeva in campo rimane in campo".

A Mihajlovic: "Sul derby perso 5-1 dalla Lazio"
"Nesta dice di non voler più giocare a fine primo tempo e io gli ho suggerito di rimanere in campo. Lui decide di rimanere in campo, e allora sono dovuto uscire io".

A Mancini: "Chi scegli tra Totti, Stankovic e Mihajlovic per la tua Nazionale?"
"Totti è italiano, loro sono serbi, è facile la scelta. A parte gli scherzi, siamo stati fortunati a giocare in anni straordinari per il calcio italiano".

A Totti: "Mihajlovic ti ha voluto con lui alla Samp e al Torino".
"Si, mi voleva a tutti i costi, ma per rispetto dei tifosi ho deciso di smettere. Però mi sarebbe piaciuto lavorare con lui al Torino"

A Mihajlovic: "Totti deve stare nel calcio"
"Sempre, il procuratore può farlo come hobby, lui deve stare dentro al calcio. Non c'è il calcio italiano senza Totti".

A Mancini: "Anche tu volevi Totti in federazione?"
"Francesco è testimonial delle partite della Nazionale agli Europei. Io credo che lui debba fare quello che vuole fare, prima o poi tornerà alla Roma. È giusto così".

A Totti: "Tornerai a Roma?"
"Vediamo cosa ci dirà il futuro".

A Totti: "Ti sarebbe piaicuto giocare con Ibrahimovic?
"Direi di si, avrei fatto come Nocerino"

A Totti: "Ti aspettavi questo Ibrahimovic?"
"Lui può giocare anche con una gamba, fino a 50 anni. È un piacere vederlo, è forte fisicamente, bravo tecnicamente, ha colpi incredibili".

A Totti: "La tua esperienza col Covid?"
"È stata dura, ce l'ho avuto per 24 giorni".