Il CIES: "Salah e Rüdiger venduti a una cifra inferiore del proprio valore". L'importanza del fattore tempo

04.09.2017 18:40 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Il CIES: "Salah e Rüdiger venduti a una cifra inferiore del proprio valore". L'importanza del fattore tempo
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Il CIES Football Observatory ha stilato la classifica dei 20 acquisti con il maggior divario tra il prezzo pagato e il valore del giocatore, calcolato dall'Osservatorio analizzando "le performance dei calciatori, del club di appartenenza, lo status internazionale il contratto, l'età e il ruolo". A molti salterà all'occhio la presenza di soli 3 trasferimenti con saldo negativo, cioè con un prezzo pagato inferiore al valore di mercato. Due riguardano direttamente la Roma, con il passaggio di Salah al Liverpool di Rüdiger al Chelsea. Il terzo è invece il passaggio di Nolito dal City al Siviglia. Il valore dell'egiziano ex Roma, pagato 50 milioni, è stato stimato in 69,4 milioni. Il difensore tedesco, pagato 39 milioni, vale invece 54,2 milioni. In attivo invece l'affare Paredes, venduto a 27 milioni mentre il valore si attesta a 12,6 milioni.

IL TEMPISMO - Questo è stato il mercato forse più folle degli ultimi anni. Il trasferimento di Neymar ha alzato vertiginosamente tutte le valutazioni e se, fino a un anno fa, faceva scalpore il trasferimento di Pogba al Manchester United per oltre 100 milioni, ormai è diventato naturale sforare i 100 per un ottimo giocatore. Dando un'occhiata alla tabella del CIES, non si può però non notare un dato particolare. Dei 17 trasferimenti in attivo (togliendo quindi Salah, Rüdiger e Nolito) solo due sono avvenuti a giugno. Si tratta di Pickford all'Everton e di Maguire al Leicester. Sei i trasferimenti effettuati a luglio e ben otto quelli effettuati ad agosto. Da una parte, ha inciso sicuramente la tendenza dei club a ridursi all'ultimo momento ma, dall'altra, non si può non considerare l'inflazione dei prezzi, che sono letteralmente schizzati nel corso dell'estate. Monchi ha dovuto cedere subito Salah e Rüdiger per inserirli nel bilancio chiuso il 30 giugno (anche la cessione del tedesco ci rientra, seppur comunicata nei primi giorni di luglio), non potendo così sfruttare l'onda lunga del caso Neymar.