EURO 2020, il 19 settembre verranno annunciate le 13 nazioni ospitanti

15.08.2014 13:26 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: UEFA.com
EURO 2020, il 19 settembre verranno annunciate le 13 nazioni ospitanti
© foto di Imago/Image Sport

Il Comitato Esecutivo UEFA, come si apprende dal proprio sito ufficiale, selezionerà le 13 federazioni nazionali che ospiteranno UEFA EURO 2020 venerdì 19 settembre 2014 a Ginevra. Sarà un'edizione innvoativa perchè non ci sarà una sede fissa, ma itinerante che prende spunto da un'idea del presidente UEFA Michel Platini. L'organizzazione è divisa in 13 pacchetti: 12 standard, comprensivi di tre gare della fase a gironi e di una gara della fase a eliminazione diretta (ottavi o quarti di finale) e un pacchetto per le semifinali e la finale. Queste le 19 federazioni affiliate/città che hanno inviato i rispettivi dossier per i pacchetti standard: Azerbaigian/Baku, Bielorussia/Minsk, Belgio/Bruxelles, Bulgaria/Sofia, Danimarca/Copenhagen,  Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia/Skopje, Galles/Cardiff, Germania/Monaco, Inghilterra/Londra, Israele/Gerusalemme, Italia/Roma, Olanda/Amsterdam, Repubblica d'Irlanda/Dublino, Romania/Bucarest, Russia/San Pietroburgo, Scozia/Glasgow, Spagna/Bilbao, Svezia/Stoccolma, Ungheria/Budapest.

Le federazioni affiliate/città che hanno inviato i rispettivi dossier per il pacchetto semifinali/finale sono: Germania/Monaco, Inghilterra/Londra.

Il programma per la giornata della cerimonia di annuncio per le città ospitanti di UEFA EURO 2020 è il seguente:

• 09.00-13.00 – Delibere e votazioni del Comitato Esecutivo UEFA

• 13.00 – Annuncio delle federazioni nazionali che ospiteranno UEFA EURO 2020

• 13.30 – Conferenza stampa e interviste con le federazioni vincitrici e le delegazioni candidate

Procedura di voto
La suddivisione delle candidature in sei-otto zone geografiche verrà discussa e ratificata dal Comitato Esecutivo UEFA  giovedì 18 settembre a Nyon sulla base della proposta ricevuta da un gruppo di lavoro formato dai membri del Comitato Esecutivo UEFA le cui federazioni non siano tra le 19 candidate.

La divisione in zone, ognuna delle quali comprenderà almeno due potenziali sedi, garantirà la distribuzione delle partite su tutto il territorio europeo.

La procedura di voto comprenderà quattro fasi:

• La prima fase determinerà quale federazione/città ospiterà la finale e le semifinali.

• La seconda fase determinerà i nomi delle quattro federazioni/città che ospiteranno ciascuna un quarto di finale e tre gare della fase a gironi.

• La terza selezionerà una federazione/città (che ospiterà un ottavo di finale e tre gare della fase a gironi) per ogni zona geografica non ancora scelta nelle due precedenti fasi.

• Infine, la quarta fase determinerà le rimanenti federazioni/città che ospiteranno un ottavo di finale e tre gare della fase a gironi.