Delio Rossi: "La maglietta di Osvaldo è stata intempestiva. Non ho ancora capito come voglia giocare Luis Enrique"

17.10.2011 16:03 di Gabriele Chiocchio   vedi letture
Fonte: Radio Radio
Delio Rossi: "La maglietta di Osvaldo è stata intempestiva. Non ho ancora capito come voglia giocare Luis Enrique"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Delio Rossi, ex allenatore della Lazio, ha parlato ai microfoni di Radio Radio della stracittadina andata in scena ieri allo Stadio Olimpico: “Cissé? Ha buona tecnica ma spesso va fuori spartito, quasi anarchico. Non è stata una bella partita ma la Lazio ha meritato di vincerla perché l’ha meglio interpretata. Il derby va giocato come vuole la gente. La maglietta di Osvaldo? E’ stata intempestiva, dopo soli cinque minuti non si fa… Dove può arrivare la Lazio? Può ripetere il campionato dell’anno scorso e arrivare quarta o quinta, ma visto il campionato così complesso può anche recitare un ruolo importante. Così come anche la Roma. Le grandi prima o poi arrivano. La Roma? Rispetto alle prime partite si è italianizzata molto. L’allenatore ha una sua idea di gioco ma ancora non è riuscito a trasferirla ai giocatori. In Italia, pur tenendo le proprie idee, ti devi adeguare al gioco italiano. Penso che sia a metà del guado. Pjanic? Mi piace molto, è un giocatore di qualità, giovane con ampie possibilità di miglioramento. Personalmente lo vedo meno punta di Totti. Ma non ho ancora capito come vuole giocare Luis Enrique. Io giocherei con Lamela o Pjanic trequartista ma con un rombo. De Rossi? Non me ne voglia Totti, ma per me lui è più importante di tutti nella Roma. E' un centrocampista e credo che anche Luis Enrique lo sa. Può giocare davanti alla difesa perché si abbassa per intelligenza tattica...”.