Dani Alves condannato per violenza sessuale, imbrattata la statua nella sua città natale

29.02.2024 02:00 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Dani Alves condannato per violenza sessuale, imbrattata la statua nella sua città natale
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Giovedì scorso è arrivata la sentenza di condanna a 4 anni e 6 mesi di carcere per Dani Alves, per via delle accuse di violenza sessuale portate avanti da una giovane 23enne in merito a fatti accaduti in una discoteca di Barcellona nel dicembre del 2022.

Una condanna che sta suscitando molte reazioni sia in Europa, con il Barcellona che lo ha 'cancellato' dalla sua storia, sia in Brasile, dove la statua a lui dedicata a Juazeira, sua città natale, è stata imbrattata con della vernice bianca. Secondo quanto riferito da Globo Esporte i concittadini di Dani Alves dopo l'annuncio del verdetto avevano chiesto ufficialmente al sindaco di rimuovere la statua inaugurata nel 2020 e in attesa di una decisione ufficiale l'hanno vandalizzata nuovamente come successo già in passato.