CIRCOLO FUTURISTA - Pruzzo: "La squadra ha pochi attributi". Candela: "C'è distacco con i tifosi". Nela: "Vogliono vedere l'impegno dei calciatori". FOTO!

08.12.2015 18:50 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: dall'inviato Danilo Magnani
CIRCOLO FUTURISTA - Pruzzo: "La squadra ha pochi attributi". Candela: "C'è distacco con i tifosi". Nela: "Vogliono vedere l'impegno dei calciatori". FOTO!
© foto di Vocegiallorossa.it

Questo pomeriggio è andata in programma al Circolo Futurista in Via degli Orti di Malabarba 15/a una vendita "speciale": saranno infatti vendute al prezzo di 15 euro ben 100 bottiglie di vino prodotte e autografate dall'ex giallorosso Roberto Pruzzo.

Vocegiallorossa.it ha seguito LIVE l'evento con contributi e interventi dei protagonisti.

20.55 - Queste altre dichiarazioni di Candela a tuttomercatoweb.com: "Esagerato definire la gara della Roma in Champions contro il BATE come un derby? In questo momento tutti possono pensarla come un derby, nel senso che sarà una gara sentita dal primo all'ultimo. Domani è fondamentale sia per la società che per Garcia. Ho fiducia, però bisogna continuare senza alti e bassi. Servirà un bel risultato anche a Napoli, in campionato. Le mie favorite per lo Scudetto? L'Inter e la Roma, mentre la Juventus potrà lottare ma la vedo difficile che possa vincere il titolo. Il Napoli? La pressione può giocare brutti scherzi, magari manca un po' di esperienza anche da parte dell'allenatore. Le squadre allenate ad esempio da Guardiola o Mourinho difficilmente cadono, spesso questi dettagli fanno la differenza nelle squadre vincenti. Tutti parlano di Sarri, c'è un grande Higuain, ma secondo me non potrà lottare fino alla fine per lo Scudetto".

20.40 - Il Bomber ha parlato anche ai microfoni di tuttomercatoweb.com: "La gara di domani in Champions contro il BATE? C'è da fare una partita importante per raggiungere un traguardo fondamentale per la società, per dare soddisfazione a dei tifosi che finora hanno ottenuto molto poco. La speranza è che la squadra possa reagire dopo le ultime partite in cui è stata in difficoltà e che riesca a raggiungere l'obiettivo. Se è giusto insistere con Garcia? Non guarderei molto lontano, il futuro è domani, cercherei prima di raggiungere questo come obiettivo. Poi quest'anno il campionato è molto più equilibrato, quindi c'è anche modo di recuperare. Non c'è una Juventus che scappa via con 10-15 punti di vantaggio perciò ci vuole fiducia, serenità e tranquillità. Capisco che siano cose difficili da gestire, ma mi auguro che tutto possa andare bene. Intanto però bisogna superare il turno di Champions che è fondamentale".

19.27 - Termina l'evento.

19.17 - Interviene Faccini: "Ci tenevo a dire che io sono il promotore di queste due iniziative, la prima con Pruzzo, ovvero quella della presentazione del vino. Abbiamo scelto di farlo in questa zona popolare romanista perché abbiamo incontrato molte persone legate alla maglia. La seconda iniziativa è quella di Candela, che come me è rimasto a vivere a Roma perché questa città ti dà molto e quindi abbiamo voluto organizzare questo evento benefico. Ci tengo a dire che gli ex giocatori sono sempre entusiasti di supportare queste iniziative benefiche, ma per quanto riguardo i calciatori di oggi purtroppo è diverso, è un problema anche a causa dei molti stranieri che ci sono, si lascia poco spazio agli italiani. Mi spiace vederli che baciano la maglia dopo un gol, quello è un gesto importante. Di Bartolomei alzava il pugno, Pruzzo si è tolto la maglia ma dopo 100 partite, questi sono i giocatori di una volta. Servono quei dirigenti che insegnino quell'etica nel calcio che non esiste più. Tornando all'evento del 29, il 25% degli introiti andranno all'Iniziativa Popoli da me supportata che si occupa seriamente del sociale".

19.12 - Nela: "Quando la gente vede che i giocatori si impegnano in campo e lottano, non verranno mai contestati, poi è vero che un certo tipo di rapporto con i tifosi si è perso. Credo anche che serva una scuola da dirigente, come esiste quella da calciatore e da allenatore per evitare buchi tra tifoseria e squadra. Credo che gli ex giocatori come noi, legati ai tifosi, possono essere utili alla società perché la gente si fida di noi. Molti di noi hanno studiato, sono migliorati e penso sia utile sfruttarci per far in modo che torni fiducia. Uniti tutti insieme possiamo arrivare agli obiettivi che ci siamo prefissati".

19.09 - Pruzzo: "Non so cosa provino ora i giocatori, non posso dire se gli americani siano peggio di Sensi o Viola, ai miei tempi i rapporti erano diversi, è difficile instaurare veri rapporti, non vi sono più bandiere a parte Totti. Deve però rimanere il rispetto nei confronti dei tifosi, di chi fa i sacrifici. Pallotta probabilmente è più distaccato rispetto ai suoi predecessori, perché giustamente vive fuori. Anche le contestazioni ogni tanto fanno bene, però mi sembra che questi giocatori non abbiano molti attributi".

19.07 - Risponde Candela: "A parte i risultati, c'è sempre stato un grande amore reciproco. Serve più coerenza da parte di tutti, società, allenatore, giocatore e tifosi. Occorre comunicare e avere dei valori nobili che voi avete sempre avuto anche quando perdevamo. Non so cosa stia accadendo ora, ma effettivamente c'è distacco e si nota". 

19.05 - Interviene un rappresentante degli ultras della Roma: "Prima c'era un certo rispetto verso i tifosi, sia con la sconfitta che con la vittoria, ma oggi non c'è più la stessa sensazione. Sembra che non ci debbano più nulla: cosa ssta succedendo ai giocatori della Roma?".

19.01 - Torna a parlare Pruzzo: "C'è poco da dire, occorre stare vicino alla squadra ma quest'ultima deve dare dei segnali. Fare i tifosi è difficile, si spende tanto in termini di impegno ed economicamente".

18.57 - Sebino Nela: "Ringrazio tutta la tifoseria della Roma, è vero che vincere qui è come vincere 10 volte da un'altra parte. Non è una piazza difficile, ma particolare. Spero si possa risolvere subito la questione stadio, Roma è l'unica piazza penalizzata al momento. Le istituzioni devono aiutare, il dialogo è importante ed è cominciato, vediamo dove porta. Sono contento del ruolo che mi ha dato la Roma (punto di raccordo con la tifoseria), speriamo vada bene e di festeggiare tutti quanti".

18.54 - Parla Candela: "Sono 20 anni che sono a Roma e non mi basterà un'altra vita per ringraziarvi per quanto mi avete dato. Ho pensato quindi di creare un'iniziativa per i tifosi che ci fanno sentire importanti, dei gladiatori. Ringrazio tutti coloro che parteciperanno il 29 dicembre a Voi Siete Leggenda, l'incasso sarà devoluto in beneficienza per i bambini".

18.52 - Prende la parola Pruzzo: "Con questo vino voglio augurare buone feste e spero sia di buon auspicio per le vittorie giallorosse".

18.50 - Queste le parole del responsabile del circolo: "Speriamo che la Roma possa vincere presto, perché da queste parti spesso non succede, speriamo che la dirigenza americana possa dare una svolta a questo momento no".

 

 

Candela e Pruzzo
Candela e Pruzzo © foto di Vocegiallorossa.it
I protagonisti dell'evento
I protagonisti dell'evento © foto di Vocegiallorossa.it
Il Vino Pruzzo
Il Vino Pruzzo © foto di Vocegiallorossa.it
Voi Siete Leggenda
Voi Siete Leggenda © foto di Vocegiallorossa.it
I protagonisti dell'evento
I protagonisti dell'evento © foto di Vocegiallorossa.it