Chievo, Corini: "Ieri bravi ad imbrigliare una Roma in grande forma"

17.12.2012 09:35 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com, Radio Anch'io Lo Sport
Chievo, Corini: "Ieri bravi ad imbrigliare una Roma in grande forma"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Queste le parole di Eugenio Corini, tecnico del Chievo, ai microfoni di Radio Anch'Io Lo Sport e riportate da tuttomercatoweb.com: "Quando i cambi risultano decisivi durante una partita significa che la squadra sta lavorando bene durante la settimana. Da quando sono arrivato il Chievo è molto migliorato da questo punto di vista. Grande discontinuità di risultati per le grandi? Il nostro campionato sotto questo punto di vista è sempre stato molto difficile. C'è equilibrio e qui i particolari fanno la differenza. Merito ai miei ragazzi che hanno fermato una Roma in grande forma. Sapevamo che contro i giallorossi avremmo fatto bene la fase di non possesso avremmo avuto delle occasioni durante i 90' di gioco. Anche nel primo tempo abbiamo concesso poco, concedendo solo un tiro a Pjanic e uno a Totti. De Rossi? Detto che la Roma avrà fatto le sue valutazioni, De Rossi è uno dei giocatori più forti in Italia e quindi in Europa. Per questo merita di essere al centro di un progetto che sfrutti al meglio le sue qualità. La lotta scudetto? La Juventus ha dimostrato di essere la formazione dal valore più evidente. Le altre, dall'Inter alla Roma passando per la Fiorentina, hanno mostrato qualità ma anche qualche problema di continuità che, invece, è la dote principale dei bianconeri. Vedo molto difficile pensare che la Juventus possa crollare. Squadre non sanno più gestire un vantaggio acquisito? Sono tante le componenti che influiscono sul gioco di una squadra e o di un singolo. Senza considerare che la difesa passiva è solo l'inizio della fine. La dimensione Chievo? Per noi il mantenimento della categoria è come lo scudetto per la Juventus. Le qualità che servono sono le stesse: intensità, gioco e voglia di vincere. Speriamo di continuare su questa strada".