Borriello-Toni: due ex a confronto

14.10.2010 17:00 di Massimo De Caridi   vedi letture
Borriello-Toni: due ex a confronto
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Sabato 16 ottobre alle 20:45 allo stadio Olimpico arriva il Genoa di Luca Toni. L’ex giocatore della Roma, lo scorso campionato, ha vissuto 6 mesi molto intensi in maglia giallorossa. Il centravanti, ora in forza ai rossoblu, arrivò a Roma dopo le vicissitudini vissute con il Bayern Monaco che lo portarono a prendere la decisione di lasciare la Germania nella sessione invernale del passato gennaio. I tifosi romanisti furono subito entusiasti per il suo approdo nella capitale e Toni ricambiò rendendosi molto utile alla causa ed aiutando la squadra ad arrivare ad un passo dal titolo. Poi, a giugno, il calciatore pensava che la Roma lo avrebbe riscattato, ma la dirigenza romanista preferì non aprire una difficile trattativa con i vertici del Bayern e virò su Adriano. Il modenese non la prese benissimo e, anche ultimamente, ha ribadito che fosse stato per lui avrebbe terminato la sua carriera calcistica in maglia giallorossa. Toni, quindi, torna all’Olimpico con la voglia di dimostrare che non fu la scelta giusta quella di lasciarlo andar via e vorrebbe suggellare una prova che spera sia ottima, con vittoria e soprattutto gol dell’ex.

Dall’altra parte, però, anche la Roma può vantare la presenza nelle sue fila di un grande ed ancora amatissimo ex: Marco Borriello. Nella stagione 2007-2008, l’attaccante napoletano andò in prestito al Genoa e dopo un inizio difficile, poiché aveva un passato in maglia blucerchiata, divenne un idolo dei tifosi genoani e terminò la stagione con 19 gol all’attivo in 35 gare. Visto il grande campionato disputato, Borriello tornò a Milanello ma la stima e l’affetto dei rossoblu nei suoi confronti è rimasto intatto. Tornato al Milan, il 22, numero di maglia che indossa sin dai tempi di Genoa e che ha mantenuto anche in seguito, ha avuto alti e bassi, soprattutto a causa di problemi fisici che non gli hanno permesso di giocare con continuità. Nell’ultima estate, proprio in chiusura di mercato, c’è stato il suo passaggio alla Roma, accolto con gioia da tutti i supporters romanisti, che sperano finalmente di aver trovato l’attaccante pesante, che parentesi Toni a parte, mancava dai tempi di Gabriel Omar Batistuta. L’inizio della squadra non è stato affatto positivo ed il centravanti giallorosso spera, in ogni caso, di segnare anche contro i suoi ex compagni, poiché la Roma ha bisogno dei suoi gol per uscire da questa crisi.

Analizzando i 2 attaccanti, possiamo notare come vi siano punti in comune, come ad esempio un’altezza simile e soprattutto la confidenza con la porta avversaria. Nonostante entrambi amino giocare nei pressi dell’area di rigore, l’attaccante ex viola è il classico uomo di peso che fa salire la squadra, impone la sua potenza fisica ed è abile nel gioco aereo; il giallorosso è anche in grado di realizzare reti spettacolari, dialogare con i compagni un po’ più lontani dall’area di rigore, superare in dribbling l’avversario ed anche servire con i tempi giusti il compagno meglio posizionato. Insieme ad un giocatore del calibro di Francesco Totti ed altri giocatori della classe di Jeremy Menez e Mirko Vucinic, molti addetti ai lavori sono convinti che Borriello possa arrivare e forse anche superare il suo record di 19 reti, realizzato proprio con la casacca del Genoa. Questo è l’augurio che si fanno tutti i romanisti, che invece sperano che per una volta la legge dell’ex si riveli fondata solo a loro vantaggio.